Berlusconi: Abbiamo motivi per essere furiosi ed esasperati

Roma, 14 mag. (LaPresse) - "Non abbiamo motivi per essere tranquilli e sereni, abbiamo motivi per essere delusi, disgustati, rassegnati e forse anche furiosi ed esasperati". Cosi Silvio Berlusconi intervenendo alla manifestazione a sostegno di Antonio Tajani all`hotel Parco dei Principi di Roma. Delusi e furiosi spiega Berlusconi "per quello che è successo nei primi 100 giorni di governo e per quello successo ieri" dopo quanto ha scritto l'ex ministro del Tesoro Usa Timothy Geithner nel saggio 'Stress test'. "Ieri - spiega Berlusconi - un ministro della prima amministrazione di Obama ha fatto affermazioni, che lasciano pochi dubbi, in cui ha raccontato come nel G20 di Cannes per due volte Merkel e Sarkozy convocarono una riunione che aveva una finalità e cioè far sí che il nostro Paese fosse colonizzato e con la sospensione del potere del governo lasciato alla Troika".

Berlusconi, poi, ha aggiunto: "Mi hanno detto 'non puoi attaccare i magistrati' mi hanno detto 'non puoi attaccare il capo dello Stato' mi dicono 'scherzi con il fuoco, basterebbe un passo falso per finire ai domiciliari o a San Vittore'".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata