Berdini: Sono un idiota, ma mi avrebbero cacciato comunque
L'assessore all'Urbanistica ammette: "Ho combinato un casino"

"Sono un coglione, questa è la verità". Lo confessa, senza mezzi termini, in un colloquio con Repubblica, l'assessore all'Urbanistica di Roma, Paolo Berdini, 'commissariato' dalla sindaca Virginia Raggi dopo le sue parole a La Stampa in cui la definiva impreparata e alludeva al fatto che lei e l'ex capo segreteria Salvatore Romeo fossero amanti. "La verità - spiega - è che mi vergogno. Ho combinato un casino, provocato un danno non solo a me stesso, quello ormai mi interessa poco, ma a Virginia e a una squadra che proprio non lo meritava. In tarda età scoprire di essere un perfetto idiota è davvero un brutto risveglio".

LEGGI ANCHE M5S, Di Battista: Stadio Roma si fa, Renzi chi?. E Berdini traballa

Ma "tanto probabilmente - ammette Berdini - fra un mese mi avrebbero cacciato lo stesso, dopo la fine della trattativa sullo stadio della Roma, che loro vorrebbero chiudere in un modo e io in un altro".

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata