Belisario (Idv): Su evasione servono più fatti e pene severe

Roma, 7 gen. (LaPresse) - "Contro l'evasione fiscale è necessaria una lotta senza quartiere. Va nella direzione giusta l'impegno annunciato dal premier Monti, ma servono più fatti: al Governo chiediamo di approvare misure rigorose, perché senza pene più severe e controlli più serrati non si riuscirà a debellare il cancro della nostra economia". Lo dichiara il Presidente dei Senatori Idv, Felice Belisario. "L'evasione fiscale - aggiunge - ammonta almeno al 18% del Pil, un enorme sommerso che sottrae risorse dalle casse dello Stato ed è la principale causa di una tassazione così elevata. Non si possono chiedere sacrifici ai contribuenti onesti mentre gli evasori continuano a farla franca, è vergognoso che la solita banda Bassotti protesti per i controlli dell'agenzia delle entrate e della guardia di finanza".

"Per superare la crisi - continua Belisario - è necessario proseguire con più rigore su questa strada e le forze responsabili non potranno far mancare il loro contributo". "L'Esecutivo parta dalle proposte presentate in Parlamento dall'Italia dei Valori, cominciando dall'accordo per tassare i capitali esportati illegalmente all'estero e ripristinando il reato di falso in bilancio: per affermare davvero l'equità sociale e risanare i conti pubblici - conclude Belisario - i furbastri che evadono le tasse devono perdere pelo e vizio".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata