Arrigo Sacchi: Renzi era champagne, Gentiloni più una camomilla
L'ex premier "come giocatore è fantasioso e potrebbe fare l'attaccante"

"Renzi all'assemblea Pd ha detto che vuole fare più l'allenatore che il giocatore? Può fare entrambi, lui è camaleontico: come giocatore è fantasioso e potrebbe fare l'attaccante, come allenatore sarebbe uno che impone il gioco più che aspettarne l'errore". A fare questo paragone tra calcio e politica è Arrigo Sacchi oggi al programma di Rai Radio1 Un Giorno da Pecora, il programma condotto da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari, in onda dal lunedì al venerdì alle 13.30. "Se Renzi è una bottiglia di champagne, Gentiloni mi sembra una camomilla", aggiunge Sacchi.

Come calciatore, Gentiloni chi le fa venire in mente? "Un bel regista, che pondera tutto". Potrebbe essere - chiedono i conduttori - uno alla Carlo Ancelotti? "No, Carlo era più grintoso. Gentiloni - ha detto a Un Giorno da Pecora - Mi fa venire un mente un giocatore che fece parte della Roma, uno molto lento, di cui però non ricordo il nome". Si riferisce ad Andrade? "Può essere fosse lui, si".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata