Anm diserterà cerimonia di inaugurazione anno giudiziario
Il sindacato dei magistrati denuncia: "Mancato adempimento degli impegni politici assunti da parte del Governo"

L'Anm diserterà la cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario in programma il 26 gennaio in Cassazione. La decisione è stata presa all'unanimità al termine del Comitato direttivo centrale del sindacato delle toghe, che si è riunito oggi a Roma. "Il Comitato direttivo centrale, riaffermata l’unità di intenti dell’azione associativa, in relazione al mancato adempimento degli impegni politici assunti da parte del Governo, delibera all’unanimità di adottare le seguenti iniziative in occasione dell’inaugurazione dell’anno giudiziario", fa sapere l'Associazione nazionale magistrati, "l’Anm non parteciperà alla cerimonia che si svolgerà presso la Suprema Corte di Cassazione il 26 gennaio 2017; nello stesso giorno diramerà un documento sulle ragioni della protesta". A nulla ha potuto il tentativo di conciliazione del ministro della Giustizia Andrea Orlando, che aveva ribadito che "la disponibilità al dialogo si mantiene: il fatto che alcune risposte non siano venute dal milleproroghe non significa che le risposte non debbano venire. Anzi su alcune stiamo già lavorando e su altre c'è una riflessione".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata