Alemanno: Uso distorto intercettazioni, evidente persecuzione

Roma, 15 set. (LaPresse) - "E' chiaro che delle intercettazioni si sta facendo un utilizzo distorto ed eccessivo. Servono alla magistratura ma l'uso giornalistico è sbagliato. Ci vuole una legge che serva a separare l'attività giudiziaria dalla divulgazione dei fatti, che non ha niente a che fare con le indagini". Lo ha detto il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ospite questa mattina di 'Omnibus' su La7. "E' difficile - ha concluso il primo cittadino della capitale - non vedere una persecuzione in tutta la dinamica delle indagini. E' un attacco concentrico che ha basi politiche e personali. Non si è mai visto un premier messo così sotto pressione a livello personale".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata