Alemanno (Pdl): Sì a governo Bersani se chiaro su legge elettorale

Roma, 20 mar. (LaPresse) - "Il risultato elettorale non può dare vita lunga a questa legislatura, per cui noi dobbiamo tornare il più presto possibile a votare dopo aver fatto una riforma elettorale che permette la governabilità e dopo un pacchetto di interventi immediati sulla crisi economica e la situazione dei cittadini per poter reggere 4 mesi". Così il sindaco Gianni Alemanno del Pdl durante la trasmissione Omnibus su La7, aggiungendo che "con queste condizioni si può tornare alle urne a settembre-ottobre o a novembre. Ma guai a dare la sensazione ai cittadini che non sia successo niente, che si faccia un governo di larga intese, con quale scambio poi? Perché si darebbe l'idea che non abbiamo capito nulla e che il voto non sia servito a nulla".

Quanto al Governo che dovrebbe restare in piedi fino all'autunno, il sindaco di Roma, riferendosi alle Consultazioni al via, afferma: "Dal mio punto di vista, può uscire fuori anche essere un Governo politico, perché abbiamo visto con il governo tecnico che non basta mettere insieme i tecnici per uscire fuori da una situazione, e può essere anche un Governo Bersani, purché abbia estrema chiarezza sul tema della legge elettorale e sul tema del pacchetto per affrontare la crisi economica". E in merito alla legge elettorale aggiunge: "Solo il pensiero di tornare a votare con questa legge mi fa tremare le vene dei polsi", ribadendo che "se potessi scegliere la cosa migliore sarebbe la legge dei sindaci che ha una rappresentanza e permette il doppio turno sulla premiership. Altrimenti, è possibile pensare anche a un doppio turno diffuso, che abbia la possibilità di governabilità", concludendo che "oggi il doppio turno in Italia non può essere più un tabù".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata