Afghanistan, Berlusconi: Via tutti i nostri soldati entro il 2014

Roma, 10 set. (LaPresse) - "Insieme agli alleati abbiamo previsto una strategia per consegnare tutto il sistema della sicurezza dei cittadini nei confronti dello Stato e nei confronti di eventuali nemici dello Stato alla forze afghane che dipenderanno direttamente dal Governo afghano". Lo ha detto il premier Silvio Berlusconi nel corso di un intervento allo speciale Porta a Porta sull'11 settembre che andrà in onda stasera. "I primi soldati - ha precisato - li porteremo a casa alla fine di questa primavera e via via diminuiremo la nostra presenza fino a non avere più forze nel 2014".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata