Accordo Ue, Salvini: "Prestito strano, ci dicono come spendere i nostri soldi"

Intervento in Senato del leader della Lega

(LaPresse) L’accordo raggiunto a Bruxelles sul Recovery Fund è "un po’ strano". A dirlo è il segretario della Lega Matteo Salvini, durante il suo intervento in Senato dopo le comunicazioni del premier Giuseppe Conte sul Consiglio Europeo. "È il primo caso di un prestito in cui un imprenditore va in banca a chiedere un prestito, dopo giorni di trattativa gli danno il prestito ma gli dicono 'i soldi li spendi come dico io'. È un prestito strano. Sono soldi nostri, io penso che gli italiani con i loro soldi possono fare quello che ritengono", dichiara Salvini che sull'intervento del capo del Governo aggiunge: "Conte ha dato le patenti di opposizione brava e opposizione cattiva. Ma se contestiamo qualcosa non è perché siamo cattivi ma perché non abbiamo le fette di salame sugli occhi".