Accordo tra Mise e Regione Toscana per il 'Progetto Galileo'
Domani audizione del presidente Rossi al Parlamento europeo

Il ministro Carlo Calenda e il presidente Enrico Rossi sottoscriveranno giovedì e illustreranno alla stampa l'accordo di Programma 'Progetto Galileo' tra il ministero dello Sviluppo economico e la Regione Toscana per la realizzazione di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale finalizzati al consolidamento delle attività produttive e occupazionali della società 'Nuovo Pignone - Ge Oil&Gas'. Sarà presente anche Massimo Messeri, presidente di 'Nuovo Pignone - Ge Oil&Gas'. La firma e la presentazione dell'accordo si svolgeranno alle 12 presso il ministero dello Sviluppo Economico, Salone degli Arazzi, via Veneto 33, Roma.

AUDIZIONE AL PARLAMENTO EUROPEO. Domani, mercoledì 9 novembre, il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi sarà ascoltato dalla Commissione politiche regionali del Parlamento europeo nell'ambito della discussione preventiva sulla politica di coesione post 2020. Rossi prenderà parte ai lavori nella sua veste di vicepresidente della Conferenza delle Regioni Periferiche e Marittime, con delega alla politica di coesione.

La politica di coesione è la principale risorsa economica per gli investimenti regionali all'interno dell'Unione e rappresenta oltre il 30 per cento del bilancio Ue. In questi mesi tutte le istituzioni europee stanno conducendo un dibattito sulla futura politica di coesione e nel corso del 2017 sarà la stessa Commissione europea, guidata da Jean-Claude Juncker, a dover presentare una proposta strategica e programmatica.

 L'intervento di Rossi, che come vicepresidente della Crpm a Bruxelles rappresenterà oltre 150 regioni di tutta Europa, sarà centrato sulla "necessità di rinnovare le politiche di coesione territoriale dell'Unione, senza dimenticarne i benefici che rispecchiano tre principi fondamentali: solidarietà, territorialità e integrazione socio-economica".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata