'Ora ci portano le malattie', è bufera su titolo choc di Libero
Polemica sui social per la scelta di collegare la morte della piccola all'accoglienza dei migranti

Il quotidiano Libero dedica l'apertura al caso della bimba trentina di 4 anni morta di malaria. E lo fa con un titolo che ha suscitato molte polemiche sui social: "Dopo la miseria portano malattie". Nel catenaccio sottolinea: "Immigrati affetti da morbi letali diffondono infezioni. Basta che una zanzara punga prima un malato e poi uno sano e quest'ultimo muore. Il governo se ne disinteressa e insiste con l'accoglienza". Il caso in realtà è ritenuto ancora 'criptico', non è certa la fonte d'infenzione, ma Libero decide di scagliarsi contro l'accoglienza dei migranti.  

Il titolo è diventato in mattinata trend topic su Twitter con l'hashtag Libero. Molti gli attacchi nei confronti di una scelta ritenuta strumentale e pericolosa. Non è la prima volta che il giornale finisce nella bufera per i propri titoli: suscitò un coro di indignazione il titolo sessista su Raggi 'La patata bollente' lo scorso febbraio. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata