'Ndrangheta, Caridi: Innocente, un'accusa sconvolgente
"Voglio difendere la mia dignità e il mio ruolo"

"Sono innocente" e nell'aula del Senato "voglio difendere la mia dignità, la mia famiglia e il mio ruolo di parlamentare per una accusa tanto sconvolgente". Si difende così il senatore di Gal, Antonio Stefano Caridi,nel suo intervento davanti all'assemblea di palazzo madama, chiamata a decidere sulla richiesta di arresto avanzata dai gip di Reggio Calabria con l'accusa  di essere al vertice di una cupola segreta della 'Ndrangheta 'in modo stabile, continuativo e consapevole'.

 "Non ho mai avuto rapporti o fatto patti con il crimine organizzato - spiega Caridi - mai fatto parte di logge segrete o massoniche, non ho mai svenduto il mio ruolo".  "Mi difenderò - attacca il senatore - contro questo teorema di accusa senza fatti o per sentito dire".

 

LEGGI ANCHE:  Grasso decide: Si voti prima Caridi. Stupore del Pd

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata