'Berlusconi is over': la protesta Femen contro il Cav al seggio
L'attivista si è finta una giornalista francese e si è tolta il maglione all'arrivo del leader Fi. Lui: "Come un fantasma. Non ho visto niente"

"Berlusconi sei scaduto". Dopo il 2013, le Femen sono tornate a contestare l'ex premier. Melodie Mousavi Nameghi, francese di 29 anni, si è intrufolata tra i cronisti che stamane attendevano il Cavaliere al seggio di via Scrosati a Milano,  mostrando un tesserino con l'intestazione 'Cinema World Press'. Poi quando Berlusconi stava per lasciare l'aula della scuola, dopo aver votato, la ragazza all'improvviso è salita su un banco togliendosi il maglione e gridando contro l'ex Cav la frase che aveva scritto sul petto: "sei scaduto". La contestatrice, ora indagata, aveva la scritta Femen sulla schiena e ha ripetuto più volte "Berlusconi sei scaduto, il tuo tempo è scaduto" prima di essere bloccata e trascinata fuori dalla polizia.

Ora la giovane è indagata per resistenza a pubblico ufficiale e per aver provocato disordini durante "le operazioni elettorali" e per non aver obbedito al richiamo del presidente del seggio. Inoltre, in serata, il Questore di Milano Marcello Cardona, valutata la gravità dei fatti, ha proposto al Prefetto Luciana Lamorgese l'adozione del provvedimento di allontanamento: alla cittadina francese, che ha fatto rientro in serata al proprio paese di origine, è stato inibito il reingresso in Italia per 5 anni.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata