2 giugno, Mattarella: La Repubblica è nata con la vocazione della pace
"Riaffermare i valori della Costituzione, sono la base della democrazia"

Un messaggio chiaro da parte del capo dello Stato Sergio Mattarella per il 2 giugno: recuperare il senso del vivere insieme, riaffermando i valori della Carta Costituzionale. Occorre "riaffermare i valori e i principi alla base della Repubblica: il valore della libertà, ell'uguaglianza sociale, il valore della solidarietà. Valori che caratterizzano e contrassegnano la Costituzione e che sono alla base della democrazia. Vi è esigenza diffusa di ricordare questi principi", ha sottolineato Mattarella al termine del concerto al Quirinale per le celebrazioni della Festa della Repubblica.

VOCAZIONE DI PACE. "La nostra Repubblica è nata con la vocazione della pace, dell'apertura agli altri paesi e altri popoli, all'integrazione europea, al rispetto e al sostegno agli organi internazionali", ha aggiunto Mattarella, che ha sottolineato come sia necessarrio "recuperare il senso del vivere insieme. Questa esigenza di coesione è molto avvertita sul piano globale".  "Le crisi economica, la questione migratoria, la minaccia del terrorismo - ha precisato il capo dello Stato - interpellano tutti i Paesi e richiedono collaborazione e condivisione. Le grandi sfide possono essere affrontate solo ricercando politiche comuni e impegni condivisi,combattendo i nemici dell'umanità che sono povertà, instabilità e mancanza di istruzione".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata