Così il presidente della Regione Lazio a Firenze

(LaPresse) “Urlare ‘prima di tutto la pace’ e dire che questo significa condannare l’aggressione di Putin, fermare l’esercito russo, essere vicini al popolo ucraino in tutti i modi, sostenere il popolo russo che si ribella alla guerra e adottare noi, come italiani ed europei, tutte quelle misure economiche, finanziarie che possono essere uno strumento di pressione duro nei confronti della Russia, anche mettendoci in testa che forse dovremo cambiare comportamenti di vita individuale sull’energia, sul riscaldamento, sugli spostamenti. Perché in questo momento alla volontà di pace devono seguire atteggiamenti coerenti“. Lo ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, a margine della manifestazione per la pace di Firenze.

LEGGI LA DIRETTA – LE ULTIME NOTIZIE

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata