La senatrice della Lega parla dei possibili candidati per le prossime comunali di Roma

(LaPresse) “È da anni che fare il sindaco è imbarcarsi in un percorso a rischio. È un dato di fatto che fare il sindaco attualmente significa avere delle grane, figuriamoci a Roma, e anche sobbarcarsi di un rischio elevatissimo di processi penali. Dovremmo riflettere sul fatto che bisognerebbe tutelare la figura del sindaco“. Così Giulia Bongiorno, senatrice della Lega, uscendo dagli uffici del Carroccio in Senato, dove si è tenuto l’incontro Salvini-Michetti sulle candidature alle prossime comunali per Roma.

I nomi per Roma ci sono ma quando ti prospetta la candidatura a sindaco anche personalità di rilievo, che avrebbero anche voglia, ci riflettono perché vai a guadagnare meno di un parlamentare e rischi almeno 3 o 4 processi, forse è il caso di rivedere anche gli stipendi“, aggiunge.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata