"Non posso fare dichiarazioni, ma mi preoccupa molto la situazione di Palermo perchè un mancato rispetto della mappa dei collegi annessa alla legge elettorale, ha comportato una errata consegna e un ritardo di apertura in oltre 200 seggi che spero non abbia influenzato il voto", così Pietro Grasso, leader di Liberi e Uguali ha commentato il ritardo dell'apertura dei seggi nella città siciliana, dopo aver votato fuori dal suoseggio di via Tintoretto a Roma

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata