Roma, 3 nov. (LaPresse) – “A Roma sia Forza Italia sia il Pd si comportano come dei nobili decaduti che non si rendono conto però del loro declassamento frutto dei drammatici errori commessi sia dalla giunta di centrodestra guidata da Alemanno sia da quella di centrosinistra di Marino. Così da un lato ancora Berlusconi e Forza Italia pretendono di mettere il timbro su tutto quello che è diverso dal Pd e per questo adesso rimbrottano Marchini. A sua volta poi il Pd si appresta – come se non fosse successo niente – a scegliere il suo candidato attraverso delle improbabili primarie che ancora devono avere delle loro regole perché, se si vuole imitare gli Usa, allora bisognerebbe farlo in modo completo. E’ evidente che l’iniziativa di Marchini sconvolge il quadro ma bisogna prendere atto che egli certe cose le aveva capite fin dal 2013 quindi sarebbe bene che Forza Italia, il Pd e tutte le altre forze politiche facessero un necessario atto di umiltà e realismo a meno che non vogliamo contribuire a stendere un tappeto rosso in Campidoglio per un sindaco dei grillini che allo stato è la conseguenza inevitabile di due fallimenti”. Così in una nota Fabrizio Cicchitto, deputato Ncd.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata