Roma, 30 ago. (LaPresse) – “Marino è il primo a rifiutare il tandem con Gabrielli: con quali presupposti si vorrebbero risollevare le sorti della città se non si pedala nella stessa direzione? L’arroganza di Marino, turista per caso in giro per il mondo, è inaccettabile: vuole fare tutto da solo nonostante la sua incapacità abbia oramai toccato livelli inimmaginabili. Altro che diarchia, qui Roma rischia una nuova Caporetto”. Lo afferma la deputata di Forza Italia Daniela Santanchè.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata