Le Officine Abarth Classiche festeggiano un anno
Sono state oltre settanta le vetture sottoposte alla meticolosa certificazione degli esperti

E' passato solo un anno dall'apertura, ma i numeri parlano chiaro. Le Officine Abarth Classiche tagliano un traguardo importante. Infatti sono state oltre settanta le vetture sottoposte alla meticolosa certificazione degli esperti (quasi tutti hanno lavorato in Abarth) che ha permesso di risalire alle condizioni originali delle vetture, garantendo al proprietario la correttezza sia tecnica sia estetica della propria Abarth. Fra le vetture "certificate" merita segnalare alcuni modelli molto rari, come l'Abarth 1000 record Pininfarina del 1960, che ha ottenuto un prestigioso riconoscimento internazionale vincendo il Media Award nel Concorso di conservazione e restauro di Techno Classica, una delle fiere internazionali più importanti del settore tenutasi a Essen (Germania). Un altro pezzo unico è l'Alfa Romeo Abarth 1000 del designer Colani del 1958, ma anche alcune Abarth 750 e 850 con carrozzeria Zagato, monoposto di Formula Abarth, le Sport 1000 SP, 2000 e 2000-Osella. Più numerosi esemplari di vetture "popolari", come le Fiat-Abarth 595 e 695, stradali e da competizione, e le più recenti Autobianchi A112 Abarth, Fiat Ritmo Abarth 125TC e 130 TC. Ovviamente il lancio  del nuovo Abarth 124 spider ha rivitalizzato il collezionismo delle Fiat Abarth 124 Spider, con molti proprietari che hanno affidato le loro vetture alle Officine Abarth Classiche per la certificazione.

Il progetto Abarth Classiche si è espresso anche nella prima edizione della Coppa Abarth Classiche Selenia, che ha premiato a fine stagione i due piloti che maggiormente si sono distinti nelle cinque cronoscalate che facevano parte del calendario: Mario Tacchini (su Fiat Ritmo Abarth 125 TC) e Gina Colotto (su monoposto Formula Abarth). La presenza di auto storiche Abarth è stata particolarmente numerosa in occasione della Cesana-Sestriere e dell'appuntamento finale sul circuito di Vallelunga, che ha richiamato 35 modelli di grande pregio.

Abarth Classiche è stata protagonista anche dell'Abarth Day 2016, l'eccezionale kermesse che ha visto lo scorso 29 ottobre convergere in quattro circuiti europei migliaia di appassionati dello Scorpione: Silverstone (Gran Bretagna), Nurburgring (Germania), Navarra (Spagna) e Tazio Nuvolari (Italia). In tutto 1.100 vetture Abarth in simultanea nei quattro circuiti europei con oltre 3500 partecipanti, durante il quale appassionati hanno assistito alla presentazione dinamica di tutti i modelli nuovi, sia di serie sia da competizione, con il nuovo Abarth 124 Rally vera superstar della giornata, ammirato dai numerosi fan di "The Scorpionship", la prima community ufficiale degli appassionati Abarth.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata