Hertz presenta la Winter Collection
L'ad Massimiliano Archiapatti delinea una sintesi dell'attività ed espone i nuovi progetti

Un centenario dinamico. A pochi mesi di distanza dal secolo di attività (sul territorio italiano dal 1960), Hertz incontra i giornalisti in una "giornata al 99%". "Oggi siamo al 99 % - dice l’amministratore delegato per l’Italia, Massimiliano Archiapatti - e quell1% che manca lo riserviamo al lavoro ancora da fare per migliorarci. L’obiettivo è quello di ampliare e diversificare la flotta per rispondere alle più diverse esigenze".

Oggi Hertz in Italia ha 230 punti noleggio, per un business che si compone del 70% in turismo e 30% in noleggio per affari. Nell’incontro con la stampa specializzata, Hertz ha presentato la Winter Collection, un’aggiunta trasversale alle già esistenti Family, Fun, Prestige, Dream e Green Collection (che nell’insieme rappresentano circa il 10% della gamma Hertz), tutte dedicate ad una categoria di pubblico specifica. La flotta invernale composta dalle eccellenze delle case automobilistiche in termini di guidabilità e comfort (vedi Range Rover Velar, Volvo V90, Alfa Romeo Stelvio per citarne alcune) punta sulle caratteristiche delle vetture e sulla forza del servizio fornito. Spiccano trazione integrale, pneumatici invernali e alta tecnologia per garantire il noleggio migliore nei mesi più freddi. In numeri si parte dai 100/120 euro giornalieri per una berlina del segmento D.

Archiapatti, ha poi introdotto alcune novità. Si parte dal Minilease, servizio al primo anniversario, pensato per una clientela privata con necessità di noleggio plurimensili a condizioni dedicate. Flessibilità è la parola d’ordine sia in termini finanziari che di gestione della vettura, ad esempio la si può cambiare in corsa se ci si accorge di aver mutato esigenze. Nella pratica, a novembre, una Fiat Panda si attestava sui 300 euro al mese più IVA. Per arrivare alla novità vera e propria. Nel mese d’aprile, in anteprima in Italia, entrerà in selezione, in punti di noleggio scelti, il marchio Maserati con Quattroporte Ghibli e Levante, simboli dell’automobile "premium" made in Italy.

Da inserirsi sempre nel quadro di ampliamento e di diversificazione della flotta, è l’introduzione dei veicoli commerciali elettrici oltre che del pick-up, molto popolare oltre oceano, in ascesa anche in Italia e in Europa. "Ci differenziamo sul mercato perché pur usando intermediari, ci teniamo al nostro marchio e continueremo ad investire sul web e ad espandere le nostre Collection che ci stanno dando forti soddisfazioni", ha concluso Archiapatti.

 

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata