Guida autonoma, al via il master con Fca e Crf

Le Università di Modena e Reggio Emilia e l’Università di Trento, con la partnership di FCA e Centro Ricerche Fiat propongono un master universitario su una delle grandi sfide tecnologiche del futuro

Formare una nuova generazione di esperti dell’automotive. E’questo l’obiettivo del master universitario di secondo livello in Autonomous Driving proposto dall’Università di Modena e Reggio Emilia e dall’Università di Trento (iscrizioni aperte fino al 19 aprile: 20 posti disponibili destinati ai laureati magistrali in ingegneria).

Nato dalla partnership con Fiat Chrysler Automobiles e CRF (il centro ricerche del Gruppo) e con la Fondazione Bruno Kessler di Trento, il master fornirà elementi ai partecipanti per progettare e sviluppare sistemi intelligenti per veicoli connessi e autonomi, la sfida ingegneristica che il mercato mondiale dell’auto sta iniziando ad affrontare. Le lezioni (in lingua inglese) si svolgeranno presso l’Università di Trento a partire dal 20 maggio (1.500 ore comprensive di tirocinio). Le borse di studio messe a disposizione permetteranno ai partecipanti di ottenere 60 crediti formativi universitari (CFU) riconosciuti e spendibili nell’Unione Europea.

"FCA e CRF hanno deciso di essere al fianco di questo master - spiega un comunicato del Lingotto- in quanto costituisce un’importante opportunità per la formazione di competenze approfondite su un tema che sarà sempre più strategico per l’automobile. È fondamentale che gli ingegneri che iniziano oggi a lavorare nel settore automotive completino la formazione meccanica classica con nuove conoscenze: dall’intelligenza artificiale al machine learning, dalla cybersecurity alla sensor fusion".

Per ogni ulteriore informazione è possibile contattare il professor Francesco Biral dell’Università di Trento (direttore del corso, francesco.biral@ing.unitn.it), il professor Luigi Rovati dell’Università di Modena e Reggio Emilia (luigi.rovati@unimore.it) oppure consultare il sito dedicato al master, raggiungibile all’indirizzo www.unitn.it/master-adbot.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata