Formula E, Mahindra in lotta per la leadership
Dopo la sfortunata gara di Santiago del Cile, si guarda con fiducia all'appuntamento di Città del Messico

Dopo la sfortunata gara di Santiago del Cile, quarto round del Campionato FIA d Formula E, Mahindra è scivolata al secondo posto nelle classifiche Piloti e Costruttori, con uno svantaggio di cinque punti per Felix Rosenqvist nei confronti del nuovo leader Jean-Éric Vergne, e di soli due punti per Mahindra Racing dal team Techeetah. "La situazione è comunque molto fluida - dicono in Mahindra - con diverse squadre che possono ambire al successo finale, e il campionato è ancora lungo. La cosa importante è che Mahindra abbia dimostrato di saper reagire davanti alle difficoltà, contenendo lo svantaggio e restando in lizza per la conquista di entrambi i titoli". Infatti la prova cilena non è andata come il team si aspettava, e solo una grande prova di Felix Rosenqvist ha consentito di conquistare punti preziosi per le classifiche Piloti e Costruttori.

Il fine settimana era iniziato molto bene per Mahindra, basti pensare che nei turni di prove libere Rosenqvist era secondo e quinto, con Heidfeld quarto nel secondo turno. Le qualifiche però non hanno confermato questi piazzamenti e i due piloti Mahindra hanno dovuto accontentarsi del 14° e 15° tempo, rimanendo fuori dalla Super Pole. In gara Felix Rosenqvist con una prestazione da par suo ha compiuto un alto miracolo, rimontando fino al 4° posto, mentre Nick Heidfeld purtroppo non ha concluso la corsa a causa di un contatto con un altro concorrente.

Il prossimo appuntamento con la Formula E, sarà l'ePrix di Città del Messico, il 3 di marzo, dove Mahindra punterà a riprendersi la leadership.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata