Fca, Iveco ed Engie insieme per il gas naturale
Le tre aziende hanno annunciato una collaborazione per promuovere in Europa veicoli e infrastrutture a gas naturale a partire dal Belgio

E' stato siglato un memorandum d'intesa tra Fca, Iveco ed Engie (operatore internazionale nel settore dell'energia presente in più di 70 Paesi con oltre 150.000 dipendenti), con l'obiettivo di stabilire una cooperazione che offra a tutti gli operatori (pubblici e privati) soluzioni complete per combustibili alternativi basati sul gas naturale (CNG). La collaborazione delineata nel "memorandum" include numerosi Paesi europei come l'Italia, la Romania, la Francia e la Repubblica Ceca e numerose aree di attività come stazioni di servizio, collaborazioni sulla ricerca e lo sviluppo, cooperazione con Governi e operatori privati per lo sviluppo del gas naturale.

Questa collaborazione è in linea con l'implementazione della Direttiva dafi (Direttiva 2014/94 - Sviluppo di infrastrutture per combustibili alternativi) e dedica un'attenzione particolare a determinati Paesi e regioni, a partire dalla Vallonia, in Belgio. Fca, Iveco ed Engie accolgono e sostengono il recente annuncio del Governo della Vallonia, con il quale hanno collaborato nei mesi scorsi per promuovere e sviluppare l'utilizzo di combustibili alternativi (principalmente CNG e LNG) in termini di infrastrutture e veicoli. In occasione del "Salon de l'Auto" di Bruxelles, il Ministro della mobilità e dell'ambiente belga ha annunciato un programma per il miglioramento della qualità dell'aria in Vallonia. Nel rispetto dell'accordo COP 21, la strategia della Vallonia prevede che il 50% dei veicoli delle flotte pubbliche, che necessitano di una sostituzione, utilizzeranno combustibili alternativi a partire dal 1° gennaio 2017 e che la percentuale raggiungerà il 100% dal 1° gennaio 2030. Il Governo Vallone ha inoltre promulgato un nuovo regolamento per promuovere lo sviluppo di infrastrutture a CNG.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata