Dieselgate, denunciato intero ex cda Volkswagen
Quando è scoppiato lo scandalo nel consiglio di amministrazione c'era l'attuale ceo Matthias Mueller

L'autorità federale di vigilanza tedesca (Bafin) ha denunciato l'intero ex consiglio di amministrazione di Volkswagen, per possibile manipolazione del mercato legata allo scandalo emissioni, il cosiddetto dieselgate. Lo ha riferito una fonte vicina all'argomento, in modo anonimo. I procuratori di Braunschweig hanno fatto sapere ieri di aver lanciato una indagine nei confronti di due membri di quel cda, l'ex amministratore delegato Martin Winterkorn e un altro funzionario non nominato. La fonte ha aggiunto che il Bafin ritiene che l'ex board abbia una responsabilità collettiva nel caso e chiede ai procuratori di ampliare le indagini per includere gli altri dirigenti. Al tempo dello scandalo, nel 2015, nel cda c'erano l'attuale ceo Matthias Mueller, che era incaricato del marchio Porsche, e Hans Dieter Poetsch, che era a capo delle finanze.

Volkswagen ha confermato che i pubblici ministeri di Braunschweig, in Germania, stanno indagando sul capo del brand Vw, Herbert Diess, nell'ambito dell'inchiesta volta a stabilire se la casa automobilistica ha violato le regole sulla trasparenza e sulla manipolazione dei mercati. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata