Alfa Romeo, cofani aperti per il fine settimana

Sabato 15 e domenica 16 settembre un evento dedicato agli appassionati: in primo piano il 'cuore' delle Alfa Romeo di tutti i tempi. Dalla Carabo alla 33 Stradale, tutti gli esemplari DEL Museo di Arese esposti con i cofani aperti, per poter ammirare le meccaniche

Un fine settimana dedicato ai grandi appassionati. Questo weekend (15 e 16 settembre), il Museo Storico Alfa Romeo di Arese espone i suoi capolavori in una veste decisamente insolita: con i 'Cofani aperti'. In primo  piano non ci saranno le splendide carrozzerie conosciute ed apprezzate dai visitatori di tutto il mondo, bensì quello che c’è sotto. Vale a dire i telai, motori, il "cuore" delle Alfa Romeo di tutti i tempi. Quello che normalmente non è visibile, in questo week end sarà svelato agli appassionati. 

"È un modo diverso e nuovo di ammirare le auto", dicono al Museo di Arese. E infatti. Basti pensare alla sagoma filante ed affilata della Carabo, che per l’occasione si trasformerà alzando in alto le allora inedite porte ad apertura verticale, così come la 33 Stradale prototipo che schiuderà la raffinata carrozzeria disegnata da Franco Scaglione per mostrare la meccanica strettamente derivata dalle corse. Oppure gli enormi cofani delle Tipo 33, sollevati per restituire alla vista i potenti motori che tanti successi hanno portato al marchio Alfa Romeo. E, ancora, altre particolarità solitamente non visibili: dal prototipo di motore a iniezione sulla 2600 Sprint all’estrema impostazione pensata per la Sprint 6C. 

Oltre alle vetture esposte nel museo e nelle aree adiacenti – poco meno di un centinaio, tra collezione permanente e mostre temporanee – per l’occasione saranno esposti anche altri esemplari inediti. Protagonista di questa edizione sarà il sezionato completo dell’Alfa 33 che, quasi trentacinque anni dopo esser stato esposto nei saloni di tutta Europa, torna a mostrare ogni dettaglio della raffinata meccanica.
Sabato 15 e domenica 16 settembre il museo Alfa Romeo sarà aperto al pubblico dalle 10 alle 18. In entrambe i giorni, alle ore 16, è in programma una visita guidata gratuita. 
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata