Abarth Day: un anno di grandi successi


Si chiude l'edizione 2018. Sette appuntamenti su altrettanti circuiti europei, con protagonisti 4.000 appassionati. Più di 3.000 test drive, su strada e in pista. Un successo che accompagna quello del brand: 124 rally ha conquistato il campionato mondiale di categoria R-GT e il marchio sta crescendo del 15% rispetto al 2017

Sette appuntamenti su sette circuiti. Da maggio a ottobre, gli Abarth Day 2018 hanno coinvolto migliaia di appassionati dello Scorpione accorsi in sette circuiti europei: Salzburgring in Austria, Ouest Parisien in Francia, Circuito Vasco Sameiro in Portogallo, Rockingam nel Regno Unito, Ascari Circuit Malaga in Spagna, Driving Center Baden in Germania e Autodromo Vallelunga in Italia. 

Un successo straordinario, che si misura in 4.000 appassionati ed oltre 3.000  test drive, su strada e in pista, a bordo dell’adrenalinica Abarth 124 spider e della nuova gamma dell’iconica Abarth 595 che esprime le due anime di Abarth. Da una parte, la 595 Competizione che è la più performante della gamma ed è destinata agli amanti delle prestazioni e della sportività senza compromessi. Dall'altra parte, la 595 Turismo che è legata ai valori di stile e comfort tipici delle granturismo italiane. E grande fascino sui circuiti europei degli Abarth Day ha suscitato il rombo della nuova versione del leggendario scarico Record Monza - di serie sulle nuove 595 Competizione e 595 Pista. Il tutto reso ancora più avvincente dalle nuove attività, come le sessioni di "rally experience" dove i partecipanti hanno preso posto sul sedile del passeggero a bordo della plurivittoriosa 124 rally che, nell’anno successivo al suo esordio, ha già vinto il campionato mondiale R-GT con circa 40 successi di categoria.

"Abarth affonda le sue radici e valori nel racing e nelle emozioni - ha detto Luca Napolitano, Head of EMEA Fiat end Abarth brand - Oggi gli appassionati di Abarth formano una grande community con più di 100.000 e gli Abarth Day sono un’occasione imperdibile per stare insieme, ritrovarsi, raccontare attraverso la propria Abarth il proprio modo di vivere il marchio e la propria passione ma anche per assaporare e ritrovare i valori tipici Abarth: adrenalina, performance e stile. Inoltre, per noi di Abarth, rappresentano anche un’ottima opportunità per incontrare i fan del nostro brand direttamente, perché sono proprio loro i primi ambasciatori dei nostri valori ed è con loro che abbiamo voluto condividere queste fantastiche giornate di divertimento ed emozione, ovviamente in pista".

Gli Abarth day sono effettivamente un format vincente, che quest’anno ha visto anche un significativo sviluppo della community Abarth in Europa, Medio Oriente e Africa: infatti, dai 39 club affiliati di fine 2017, si è passati agli attuali 58 club ufficiali  (34 in Italia e 24 nel resto della regione EMEA). A unire tutti la passione per il marchio dello Scorpione, lo stesso sentimento che anima i circa 100.000 iscritti della community "The Scorpionship2 (scorpionship.abarth.com). Inoltre, di recente in Italia si è aggiunto Telegram, il nuovo canale social del marchio che lo ha scelto per la sua natura meno convenzionale: https://t.me/abarth_italia . Un successo di pubblico che si accompagna ad ottimi risultati sul mercato.  

"Il successo degli Abarth Day - ha commentato Naplitano - accompagna quello di un brand capace di crescere sul mercato italiano del 15 per cento rispetto al 2017, un exploit condiviso dai principali mercati europei: l’incremento in Spagna è pari al 40 per cento, e si attesta intorno al 30 in Francia e Regno Unito. Lo Scorpione, da sempre, è un marchio capace di suscitare entusiasmo tra il pubblico appassionato di competizione: non a caso, una grande folla ha accompagnato l’esordio della nuova gamma Abarth 595 recentemente avvenuto durante la Targa Florio, la mitica "cursa" indissolubilmente legata al mito Abarth. La decisione di presentare le nuove 595 all’edizione 2018 è stato anche un tributo al 110° anniversario dalla nascita del fondatore, oltre ad essere un legame con la storia del brand e i suoi tipici valori di sportività".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata