Weekend con il brutto tempo, temporali da nord a sud: il meteo del 24 e 25 novembre

Le previsioni dell'Aeronautica militare

Le previsioni dell'Aeronautica militare per sabato 24 novembre sull'Italia.

Al nord: velature anche estese su Valle d'Aosta, Piemonte e centro-ovest Liguria salvo residui annuvolamenti al primo mattino; da molto nuvoloso o coperto sul resto del nord con precipitazioni sparse, anche intense fino metà giornata sul Friuli-Venezia Giulia, ma in rapido miglioramento da ovest già nel corso della mattinata e con residui fenomeni ancora possibili fino a termine giornata solo su Friuli-Venezia Giulia e coste di Veneto ed Emilia-Romagna. Quota neve intorno e oltre 1500metri.

Al centro e Sardegna: sulla Sardegna estesa nuvolosità inizialmente innocua ma in intensificazione, con precipitazioni in arrivo da sud-ovest nel pomeriggio e che in serata interesseranno tutta l'isola; piogge sparse e locali temporali sulle regioni peninsulari, con fenomeni più frequenti su Toscana, Umbria e Lazio e che potranno risultare intensi dal tardo pomeriggio/sera sul lazio. 

Al sud e Sicilia: velature anche estese su Sicilia e Calabria ma in generale intensificazione pomeridiana e serale, con piogge sparse dalla sera sulla Sicilia; nuvolosità irregolare sul resto del sud con addensamenti più consistenti e locali precipitazioni su Molise, nord Campania e, in serata anche su Basilicata e nord Puglia. 

Temperature: minime stazionarie su Sardegna, Liguria occidentale e gran parte del Piemonte, in aumento sul resto d'Italia specie al centro-nord; massime stazionarie sulle due isole maggiori o in calo sulla Sardegna settentrionale, in generale aumento sulle restanti regioni. Venti: moderati, da nord sulla Liguria e da sud sulle coste dell'alto Adriatico, in attenuazione e rotazione da ovest; deboli variabili e in rotazione da ovest sul resto del nord; da deboli a moderati dai quadranti meridionali sul resto d'Italia e tendenti a deboli occidentali sulla Sardegna. Mari: poco mossi con moto ondoso in aumento Ionio e basso Adriatico; mossi canale di Sardegna e Tirreno sud-orientale; da mossi a molto mossi mar Ligure, mare di Sardegna e stretto di Sicilia e molto mossi i restanti mari, con moto ondoso in diminuzione su mar ligure, mare di Sardegna e Tirreno occidentale.

Le previsioni dell'Aeronautica militare per domenica 25 novembre sull'Italia.

Al nord: cielo molto nuvoloso o coperto con piogge e rovesci diffusi su Emilia-romagna, Veneto e Friuli-Venezia Giulia, nevose dal pomeriggio sui rilievi occidentali e friulani oltre i 1500-1700 metri; dalla sera le precipitazioni tenderanno ad interessare anche le regioni occidentali e le aree pianeggianti della Lombardia. Al mattino e dopo il tramonto formazione di foschie dense e banchi di nebbia sulle pianure. 

Al centro e Sardegna: sensibile maltempo con piogge, rovesci e temporali diffusi, anche di forte intensità sulle regioni tirreniche peninsulari; attesa nel pomeriggio una decisa attenuazione dei fenomeni sulla Sardegna. Nella sera, parziale riduzione delle precipitazioni anche sul settore peninsulare, mentre un nuovo peggioramento interesserà l'isola. 

Al sud e Sicilia: molte nubi ovunque con fenomeni convettivi diffusi, localmente anche intensi sulle regioni tirreniche; in serata attenuazione delle precipitazioni su aree adriatiche e Sicilia centromeridionale.

minime in sensibile diminuzione sulle aree montuose settentrionali, meno marcata anche su val padana orientale e Sardegna, in rialzo su zone pedemontane piemontesi, Appennino centrale e su gran parte del meridione; senza variazioni di rilievo altrove; massime in calo sulla catena alpina centroccidentale, Veneto centro-meridionale, regioni meridionali tirreniche, aree interne della Basilicata e sul Salento; calo più deciso su Emilia-Romagna, Toscana e Sardegna; pressoché stazionarie sul resto del paese. Venti: moderati settentrionali sulla Liguria e deboli variabili sul restante nord, con tendenza a disporsi da settentrione e a rinforzare dal pomeriggio sulle coste adriatiche; da moderati a forti al centro-sud: occidentali sulle due isole maggiori e meridionali altrove, in rotazione intorno sud-ovest dalla seconda parte della giornata. Mari: mossi i bacini settentrionali; molto mossi gli altri mari con tendenza ad ulteriore aumento del moto ondoso su canale di Sardegna, basso Adriatico e Ionio. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata