Torna il maltempo, temporali da nord a sud: il meteo del 1 e 2 novembre

Le previsioni del servizio dell'aeronautica militare

Le previsioni del servizio meteorologico dell'aeronautica militare per la giornata di giovedì 1 novembre in Italia.

Nord: molto nuvoloso o coperto con precipitazioni da sparse a diffuse a prevalente carattere temporalesco, anche di forte intensità, su Liguria, aree alpine e prealpine e sul restante territorio del Friuli-Venezia Giulia; nevicate anche abbondanti su Valle d'Aosta e sui rilievi in generale a quote superiori ai 2.000-2.200 metri. Dal pomeriggio attese schiarite sempre più ampie ad iniziare dal nord ovest ed in estensione, dalla serata anche al restante settentrione, a parte l'area friulana dove fenomeni residuali si avranno anche nelle ore notturne. 

Centro e Sardegna: parzialmente nuvoloso sulla Sardegna con schiarite sempre più ampie a partire dalle aree occidentali dell'isola. Cielo molto nuvoloso o coperto sulle regioni peninsulari con precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale che dal settore tirrenico si estenderanno rapidamente ad Umbria e versante adriatico e che potranno risultare anche di forte intensità su Toscana, Umbria, Lazio ed entroterra abruzzese; dalla serata attenuazione dei fenomeni, più decisa su buona parte delle regioni adriatiche.

Sud e Sicilia: molte nubi anche compatte su gran parte delle regioni con precipitazioni da sparse su Puglia e aree orientali di Basilicata e Molise, a diffuse e a prevalente carattere di rovescio o temporale anche intensi su entroterra molisano, Campania e soprattutto sulla Sicilia; attenuazione dei fenomeni dalla sera sulle aree ioniche peninsulari.

Temperature: massime in rialzo al nord-ovest, Lombardia, rilievi del Triveneto, Emilia-Romagna occidentale, Toscana settentrionale, Sardegna, rilievi abruzzesi, Calabria centro meridionale e Sicilia; in lieve flessione lungo le coste adriatiche e su quelle comprese tra Lazio centromeridionale e Campania; senza variazioni di rilievo sul resto del Paese. Venti: moderati meridionali sulla Liguria in rapida attenuazione; da deboli a moderati orientali sulla val padana e aree adriatiche in attenuazione ma con ancora dei rinforzi da sud est sulla Lombardia e fino a sera sulle aree costiere; generalmente meridionali sul restante settentrione; moderati meridionali al centro-sud con decisi rinforzi sulle regioni tirreniche, Sicilia compresa, e, dal pomeriggio sulla Puglia. Ventilazione in attenuazione sulla Sardegna, dal pomeriggio al centro peninsulare e dalle ore serali anche al meridione. Mari: agitato il Tirreno centro occidentale con moto ondoso in attenuazione; molto mossi, localmente agitati, il restante Tirreno e l'Adriatico centro settentrionale al largo ma con moto ondoso in graduale attenuazione dal pomeriggio; molto mossi il mar Ligure, il mare e canale di Sardegna e lo stretto di Sicilia; mossi lo Ionio ed il basso Adriatico. 

Le previsioni del servizio meteorologico dell'aeronautica militare per la giornata di venerdì 2 novembre in Italia.

Nord: al mattino nuvolosità irregolare, a tratti compatta, specie lungo l'arco alpino ed in Pianura Padana, con precipitazioni sparse. Dal pomeriggio sensibile aumento della nuvolosità compatta sulle regioni centrorientali, con rovesci o temporali diffusi, che in serata diverranno intensi sul Triveneto orientale e sul Levante ligure.

Centro e Sardegna: al mattino molte nubi compatte sulle regioni tirreniche ed estesa nuvolosità medio-alta su quelle adriatiche, con rovesci o temporali diffusi ed intensi sulle regioni peninsulari, e sparsi sulla Sardegna. In serata parziale attenuazione dei fenomeni su Abruzzo, Lazio e Marche centromeridionali e sulla Sardegna. 

Sud e Sicilia: molte nubi compatte su Campania settentrionale e Sicilia occidentale, dove avremo rovesci o temporali diffusi ed intensi; estesa nuvolosità medio-alta sul resto del meridione, fenomeni sparsi in generale di debole intensità.

Temperature: minime stazionarie o in lieve rialzo su tutto il Paese; massime in calo su basso Piemonte, Liguria, Emilia-Romagna, Marche, Toscana, Umbria, alto Lazio; in aumento sul resto del Paese, più sensibile al sud. Venti: deboli o localmente moderati dai quadranti meridionali al centro-sud con decisi rinforzi su aree costiere tirreniche peninsulari e sulla Sicilia; da deboli a moderati settentrionali sulla Liguria; deboli orientali sulla Pianura Padana e variabili sul restante settentrione. Mari: da molto mosso ad agitato il Tirreno centrale; molto mossi il Tirreno meridionale e lo stretto di Sicilia, quest'ultimo con graduale attenuazione del moto ondoso dal pomeriggio; da mossi a localmente molto mossi il mar Ligure ed il mare di Sardegna, con tendenza a divenire agitati dl pomeriggio; da poco mossi a mossi il basso Adriatico e lo Ionio settentrionale; mossi i restanti bacini. 

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata