Meteo, temperature giù in tutta Italia, sulla Pianura Padana arriva la neve

Freddo e nevicate anche a bassa quota a causa di una perturbazione atlantica

Temperature in ribasso e primi fiocchi di neve che potrebbero imbiancare le città della Pianura Padana, da Torino a Milano fino a Bologna. Questo è quanto attende l'Italia dal punto di vista del meteo nelle prossime 24 ore. La causa è l'arrivo di una perturbazione atlantica che determinerà un graduale aumento della nuvolosità. A partire dalla tarda serata le prime zone ad essere coinvolte saranno i settori meridionali del Nord, il Centro Italia e il nord della Sardegna. Nevicate sono possibili su tutta la Pianura Padana fino a quote molto basse, anche 100-300 metri nel corso della notte. Interessate pure l'Emilia, la Romagna e le Marche. A tal proposito il dipartimento della Protezione Civile ha emanato un avviso di condizioni economiche avverse.

Lunedì la perturbazione abbandonerà il Nord-Ovest portando ancora precipitazioni in Emilia Romagna, al Centro-Sud e nelle Isole maggiori. Neve fino in pianura in Emilia, a quote molto basse anche su Romagna e Marche, intorno ai 700-1000 metri su Abruzzo e Appennino laziale. Possibili rovesci e temporali su Salento, Campania, Calabria e nord Sicilia. Nel pomeriggio arriveranno le prime schiarite anche sul Lazio e sulla Toscana mentre sulle isole è allerta per il forte Maestrale.

Da Martedì la perturbazione si allontanerà anche dal Sud Italia e, in seguito al suo passaggio, si avrà un temporaneo rialzo della pressione. Si potranno formare delle nebbie, anche fitte, in Pianura Padana. Le temperature saranno in calo al Sud con venti intensi settentrionali. Mercoledì tempo ancora stabile nella prima parte della giornata, possibile peggioramento al Nord-Ovest dal tardo pomeriggio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata