Ancora temporali, ma la temperatura resta mite: il meteo dell'11 e 12 ottobre

Il maltempo al Sud non si placa

Le previsioni del servizio meteorologico dell'aeronautica militare per la giornata di giovedì 11 ottobre

Nord: tempo perturbato sulle regioni occidentali con precipitazioni diffuse a prevalente carattere di rovescio o temporale, attesi fenomeni abbondanti e di forte intensità su basso Piemonte e Liguria; su quest'ultima regione le precipitazioni potranno assumere localmente anche carattere di eccezionalità. Su Lombardia e Emilia Romagna cielo molto nuvoloso con associate precipitazioni sparse dalle ore centrali del giorno, fenomeni più frequenti soprattutto sui settori occidentali delle due regioni. Su Friuli Venezia Giulia alternanza tra schiarite ed annuvolamenti sulle restanti aree maggiore copertura nuvolosa con possibilità di isolati piogge o temporali su Trentino Alto Adige e Veneto settentrionale.

Centro e Sardegna: tempo perturbato su Sardegna, soprattutto sul settore orientale e meridionale rovesci o temporali diffusi ed intensi nella prima parte del giorno, mentre i fenomeni risulteranno in attenuazione sull'isola tra pomeriggio e serata. Estesa nuvolosità su Toscana, Lazio ed Umbria, con precipitazioni sparse e locali temporali, i fenomeni si manifesteranno soprattutto nella seconda parte del giorno e risulteranno più consistenti sulle aree costiere toscane. Sulle restanti regioni peninsulari nuvolosità medio alta in progressiva intensificazione, ma con scarsa possibilità di precipitazioni.

Sud e Sicilia: schiarite alternate ad annuvolamenti su Sicilia, Calabria ionica, e Campania settentrionale con isolati e deboli rovesci o temporali; estesa nuvolosità medio-alta sul restante meridione ma con scarsa possibilità di precipitazioni.

Temperature: minime in leggera flessione su gran parte del Triveneto; in lieve rialzo su Emilia-Romagna, regioni centrali peninsulari, Molise e nord Campania; senza variazioni di rilievo altrove; massime in diminuzione su Liguria, Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna centroccidentale, Toscana, Umbria, Lazio, e rilievi abruzzesi; in aumento sulla Sardegna; stazionarie sul resto del paese.

Venti: da moderati a forti sudorientali su Sardegna e Liguria, in rotazione pomeridiana da settentrione su quest'ultima regione; deboli orientali su pianura padano-veneta e regioni adriatiche e dai quadranti meridionali sul resto del paese.

Mari: da mossi a molto mossi il mar Ligure, il Tirreno settentrionale, quello centromeridionale ad ovest ed il mar di Sardegna al mattino; mossi il canale di Sardegna e lo stretto di Sicilia; da poco mosso a mosso il restante Tirreno; poco mossi mar Adriatico e lo Ionio.

Le previsioni del servizio meteorologico dell'aeronautica militare per venerdì 12 ottobre

Nord: al mattino cielo generalmente molto nuvoloso con residui rovesci e qualche locale temporale attesi su alto Piemonte, levante ligure, Emilia-Romagna e lungo le coste venete ma in successiva riduzione; seguiranno schiarite sempre più ampie su Liguria e sulle aree pianeggianti e pedemontane.

Centro e Sardegna: nubi compatte sulla Sardegna centrorientale con rovesci temporali sparsi; qualche residuo rovescio al primo mattino lungo le coste toscane, ma in successivo, rapido assorbimento; nuvolosità diffusa per gran parte della giornata su Lazio centromeridionale e regioni adriatiche con qualche occasionale piovasco associato, di tipo alto e sottile invece sulle restanti arre peninsulari. 

Sud e Sicilia: cielo molto nuvoloso o coperto sulla Sicilia con associati fenomeni diffusi, a prevalente carattere temporalesco o di rovescio, in esaurimento dalla sera; annuvolamenti consistenti su molise e rilievi calabresi con occasionali piovaschi o rovesci in riduzione serale; cielo sereno o con transito di velature sul restante meridione. 

Temperature: minime in lieve rialzo su Trentino-Alto Adige, Veneto, Romagna, Calabria e Sicilia; stazionarie altrove. Massime in aumento su nord-ovest, Lombardia, Trentino-Alto Adige, Sardegna, regioni tirreniche centrali, Umbria, Molise occidentale e Campania; in flessione su pianura emiliana e Sicilia; senza variazioni di rilievo sul resto del paese.

Venti: da moderati a forti settentrionali sul ponente ligure; da deboli a localmente moderati orientali sulla Liguria; deboli variabili sul rimanente nord e sulla Sicilia e dai quadranti settentrionali sul resto del paese.

Mari: da mossi a molto mossi fino al pomeriggio il mar Ligure ed il mar di Sardegna; mossi il Tirreno settentrionale e quello centromeridionale ad ovest; da poco mossi a mossi il canale di Sardegna, lo stretto di Sicilia e l'Adriatico centromeridionale; poco mossi il restante Adriatico e lo Ionio.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata