Rischio di forte maltempo al Centro-Sud: il meteo del 5 e 6 febbraio

Le previsioni dell'Aeronautica militare

Le previsioni del servizio meteorologico dell'Aeronautica militare per la giornata di martedì 5 febbraio 2019

Nord: bel tempo con innocue velature in transito sulle regioni centroccidentali nella prima parte della giornata; al mattino e dopo il tramonto formazione di foschie dense e locali banchi di nebbia sulle pianure; gelate notturne diffuse. 

Centro e Sardegna: nubi basse e stratificate compatte tra Marche e Abruzzo, ma senza fenomeni associati, in parziale attenuazione dal pomeriggio; cielo sereno o poco nuvoloso sulle rimanenti zone, a parte qualche annuvolamento più consistente al mattino sul basso Lazio. 

Sud e Sicilia: cielo molto nuvoloso o coperto con rovesci e temporali diffusi e localmente intensi su gran parte della Calabria e su Sicilia settentrionale e orientale; deboli precipitazioni invece, interesseranno il restante territorio dell'Isola, nonchè la Puglia settentrionale e la Basilicata, specie nella prima parte della giornata. Attese deboli nevicate sui rilievi calabresi e della Sicilia orientale oltre i 1200-1300 metri. Lenta e parziale attenuazione dei fenomeni dalla serata. 

Temperature: minime in flessione su levante ligure, Lombardia, Emilia-Romagna, Triveneto, Toscana, Marche, Umbria, alto Lazio, coste ed entroterra abruzzese; in rialzo su Valle d'Aosta, restante territorio laziale, alta Campania e regioni ioniche; stazionarie altrove; massime in diminuzione su Val padana, Toscana, Umbria occidentale, nord Lazio, Marche, coste dell'Abruzzo, Molise, Puglia settentrionale, rilievi campani, Basilicata e Calabria ionica; in aumento su Alpi, Prealpi e Sicilia orientale; senza variazioni di rilievo sul resto del Paese.

Venti: da deboli a moderati settentrionali su Liguria, coste nord adriatiche e regioni centrali; deboli variabili sul restante Settentrione; da moderati a forti settentrionali al sud con decisi, ulteriori rinforzi su Campania, Puglia, Calabria e Sicilia.

Mari: da agitato a molto agitato lo stretto di Sicilia e il Tirreno meridionale ovest; da molto mossi ad agitati canale di Sardegna, il Tirreno meridionale est e lo Ionio, quest'ultimo con moto ondoso in ulteriore intensificazione serale sul settore occidentale; da mossi a molto mossi i restanti bacini.

Le previsioni per la giornata di mercoledì 6 febbraio 2019

Nord: bel tempo con transito di innocue velature alte e sottili sulle aree alpine e, dalla sera, sul restante nord-ovest; formazione di locali foschie dense al mattino e dopo il tramonto sulla pianura padana. 

Centro e Sardegna: su Marche meridionali e Abruzzo addensamenti bassi e stratiformi con possibilità di qualche sporadico piovasco mattutino lungo le aree costiere abruzzesi; altrove ampio soleggiamento.

Sud e Sicilia: cielo molto nuvoloso o coperto con rovesci e temporali sparsi su Calabria, nonché sulle aree ioniche di Puglia, Basilicata e Sicilia; i fenomeni saranno nevosi sui rilievi maggiori calabresi oltre i 1000-1100 metri. Dalla serata attesa una decisa attenuazione delle precipitazioni, mentre ampie aperture del cielo interesseranno il Molise e gran parte del territorio campano. 

Temperature: minime in rialzo su Liguria, Alpi e Prealpi centroccidentali, triveneto, coste romagnole e marchigiane ed alta Toscana; in calo sul Lazio centromeridionale, settore tirrenico campano, Puglia centromeridionale, Basilicata, Calabria e Sicilia settentrionale; stazionarie altrove. Massime in aumento sulla catena alpina e prealpina, Liguria, Appennino emiliano, coste centrosettentrionali adriatiche, nonché su Molise orientale e Puglia settentrionale; in diminuzione su rilievi tra Lazio e Abruzzo, restante territorio pugliese, Calabria e Sicilia nordorientale.

Venti: da deboli a moderati settentrionali su Liguria, coste nord adriatiche e variabili sul resto del nord; da moderati a localmente forti nordorientali al centro-sud con ulteriori rinforzi fino a sera su Molise, Campania e regioni ioniche.

Mari: da agitato a molto agitato al mattino lo Ionio; da molto mossi ad agitati il Tirreno centromeridionale, lo stretto di Sicilia e l'Adriatico; molto mossi mare e canale di Sardegna; da mosso a molto mosso il Tirreno settentrionale. Generalmente mosso il mar ligure. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata