Torna la pioggia, maltempo da nord a sud: il meteo del 23 e 24 novembre

 Le previsioni dell'Aeronautica militare

Le previsioni del servizio meteorologico dell'aeronautica militare per venerdì 23 novembre in Italia.

Al Nord: cielo molto nuvoloso o coperto su tutte le regioni, le precipitazioni dapprima isolate sulle regioni occidentali, diverranno poi, dalle ore centrali del giorno diffuse sulle regioni occidentali e Lombardia e dal tardo pomeriggio sul restante settentrione. Nella serata le precipitazioni diverranno più intense tra levante ligure, Emilia-Romagna occidentale, Lombardia e Veneto settentrionale e saranno possibili temporali localmente anche di forte intensità soprattutto sul levante ligure. Le precipitazioni assumeranno carattere nevoso a partire dai 1.300 metri sull'arco alpino. Al primo mattino formazione di foschie dense e locali banchi di nebbia sulle aree pianeggianti.

Al Centro e in Sardegna: nuvolosità estesa ed a tratti compatta su gran parte delle regioni peninsulari, con precipitazioni da sparse a diffuse sulla Toscana, ma in attenuazione dalla serata sul settore centromeridionale della regione. Attese locali, deboli piogge fino a fine giornata anche sulla parte settentrionale di Marche, Umbria e Lazio. Sulla Sardegna nubi poco consistenti si alterneranno a schiarite soprattutto sui settori meridionali.

Al Sud e in Sicilia: prevalenza di schiarite sul settore ma con temporanei annuvolamenti bassi e stratiformi nella prima parte del giorno tra Molise, Campania, e Puglia e dal pomeriggio, su Calabria e Sicilia. Al primo mattino formazione di foschie dense e locali banchi di nebbia sulle aree pianeggianti della Puglia.

Temperature: minime in flessione sulle aree alpine, regioni centrali peninsulari, Molise occidentale, Campania, Basilicata e Calabria; in lieve rialzo su Liguria, Emilia-Romagna centroccidentale e Sardegna; senza variazioni di rilievo altrove; massime in calo sulla catena alpina e dorsale appenninica, restante territorio di basso Piemonte, Liguria, Toscana ed Umbria; in lieve aumento sulla Pianura Padano-Veneta e Sardegna centroccidentale; stazionarie sul resto del Paese.

Venti: di provenienza settentrionale da moderati a forti dalla sera sulla Liguria; deboli orientali sulla Val Padana e variabili sul resto del nord; deboli o localmente moderati dai quadranti meridionali al centro-sud con decisi rinforzi da fine giornata lungo le coste di Toscana e Lazio.

Mari: da poco mossi a mossi l'Adriatico, lo Ionio e lo stretto di Sicilia, quest'ultimo con tendenza divenire in serata fino a molto mosso; da mossi a molto mossi gli altri bacini.

Le previsioni del servizio meteorologico dell'aeronautica militare per sabato 24 novembre.

Al Nord: molto nuvoloso o coperto su gran parte delle regioni con precipitazioni a carattere di pioggia o rovescio, ancora localmente forti su Liguria di levante e Triveneto al mattino. I fenomeni saranno nevosi a quote superiori ai 1.500 metri. Seguirà una graduale generale attenuazione dei fenomeni ad esclusione delle aree confinali di Friuli Venezia Giulia dove persisteranno locali rovesci.

Al Centro e in Sardegna: nubi compatte su Sardegna occidentale, regioni tirreniche, Umbria e Abruzzo occidentale con associati fenomeni a carattere di rovescio e temporale, in particolare sulle regioni tirreniche e meno probabili sull'isola. Nuvolosità medio-alta, con deboli piogge associate, sulle restanti regioni.

Al Sud e in Sicilia: estese e spesse velature su tutto il meridione, con deboli piogge o rovesci sparsi su Campania settentrionale, aree interne del Molise ed in serata anche sulla Sicilia.

Temperature: minime generalmente stazionarie su Sardegna e regioni ioniche, in aumento altrove. Massime in diminuzione sulla Sardegna, stazionarie o in lieve aumento al sud, in aumento più marcato sul resto del Paese.

Venti: da deboli a moderati: occidentali sull'Emilia-Romagna e Sardegna, meridionali sulle regioni peninsulari del centro-sud con rinforzi al mattino lungo le coste della Toscana e del Lazio, orientali sulla Sicilia.

Mari: da poco mosso a mosso lo Ionio; mossi il mare e canale di Sardegna; da mossi a molto mossi i restanti mari.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata