Migliora al Sud, ma poi arriva la nuova perturbazione: il meteo del 17 e 18 maggio
Migliora al Sud, ma poi arriva la nuova perturbazione: il meteo del 17 e 18 maggio

Le previsioni dell'Aeronautica militare

Le previsioni dell'Aeronautica militare per venerdì 18 maggio 2019 sull'Italia:

Nord: molte nubi su aree alpine e prealpine con piogge sparse, inizialmente sul settore centro-occidentale; nel corso del pomeriggio le precipitazioni si faranno più diffuse e interesseranno anche il Trentino Alto-Adige e i rilievi veneti. Parzialmente nuvoloso sul resto del settentrione con nubi che tenderanno a farsi via via più consistenti e saranno accompagnate da piogge, in tarda mattinata, sul Piemonte, in estensione poi alla Liguria, al settore occidentale di Lombardia ed Emilia-Romagna e al resto dell'Appennino emiliano-romagnolo.

Centro e Sardegna: cielo inizialmente sereno o poco nuvoloso ma con graduale aumento della copertura nuvolosa, dalla tarda mattinata, sulle aree interne peninsulari; possibile qualche breve rovescio pomeridano limitatamente ai rilievi appenninici poi, le predette nubi tenderanno a dissolversi. In serata invece annuvolamenti estesi interesseranno l'intero settore peninsulare associate a piogge sparse su Toscana e alto Lazio, più episodiche su Umbria e restante parte del Lazio. Sereno al mattino sulla Sardegna poi il cielo tenderà a velarsi e, nella seconda parte del pomeriggio, le nubi diventeranno estese e consistenti e saranno accompagnate da rovesci sparsi ed isolati temporali che interesseranno principalmente il versante centro-settentrionale.

Sud e Sicilia: residua instabilità sulle aree ioniche peninsulari dove ci sarà spazio, durante le ore notturne, per qualche isolata precipitazione; poche nubi invece sul resto del meridione. Dalla tarda mattinata aumentano nuovamente gli addensamenti nuvolosi sulle aree interne peninsulari e sulla Sicilia orientale, con possibilità di qualche breve rovescio su Puglia e Calabria. Schiarite attese nella seconda parte del pomeriggio mentre estese velature torneranno ad invadere il cielo in serata. 

Temperature: minime in generale lieve aumento. Massime in diminuzione su Piemonte, Valle d'Aosta, nord Lombardia e Trentino Alto-Adige; in sensibile rialzo al sud, Marche e Abruzzo; stazionarie altrove.

Venti: deboli variabili al nord tendenti a diventare moderati e a disporsi da est. Deboli di scirocco sul resto della penisola con rinforzi sulla Sardegna, dal pomeriggio.

Mari: molto mossi lo Ionio meridionale e lo stretto di Sicilia con moto ondoso in rapida attenuazione sullo Ionio. Mossi il mare e canale di Sardegna, il Tirreno meridionale e lo Ionio settentrionale, tendenti tutti a molto mossi ad eccezione di quest'ultimo. Poco mossi gli altri mari ma con aumento del moto ondoso su ligure e Tirreno centro-settentrionale, fino a molto mosso. 

Le previsioni per sabato 18 maggio 2019

Nord: cielo da molto nuvoloso a coperto su tutte le regioni con precipitazioni diffuse, anche intense al mattino su Piemonte, Liguria, Emilia e tra pomeriggio e serata su pianura lombarda, Veneto e Friuli-Venezia Giulia, con fenomeni che su queste ultime regioni potranno assumere anche carattere temporalesco; quota neve sui rilievi alpini centroccidentali oltre i 1500 metri, ma in graduale, sensibile rialzo. Dalla serata temporanea attenuazione dei fenomeni su basso Piemonte, ponente ligure ed Emilia-romagna centrorientale. 

Centro e Sardegna: estesa copertura nuvolosa su tutte le regioni con piogge e temporali che sulla Toscana risulteranno localmente più consistenti. Attenuazione dei fenomeni dalla sera con schiarite su Sardegna centromeridionale, Marche ed Abruzzo.

Sud e Sicilia: cielo coperto un po' su tutte le regioni ma con nubi più compatte sul settore ionico al primo mattino. Seguiranno dapprima un incremento della nuvolosita' su Campania settentrionale, Molise, Puglia settentrionale e Basilicata con deboli rovesci associati e poi ampi rasserenamenti nelle ore pomeridiane, salvo nuovi annuvolamenti più consistenti attesi su Sicilia e zone ioniche.

Temperature: minime in lievissimo calo sul Piemonte occidentale; stazionarie su Valle d'Aosta, restante territorio piemontese, Lombardia, Trentino-Alto Adige, rilievi veneti e friulani, romagna e salento; in generale aumento sul resto della penisola. Massime il leggero rialzo lungo le coste adriatiche centromeridionali, Sardegna orientale, aree tirreniche meridionali e sulla Sicilia centroccidentale; in diminuzione su Liguria ed aree pianeggianti settentrionali, restante territorio sardo, regioni centrali tirreniche, Umbria e nord Campania; senza variazioni di rilievo altrove.

Venti: deboli variabili sulla catena alpina e nordorientali sul resto del nord con rinforzi sulla pianura padano-veneta e su Liguria; moderati occidentali con locali rinforzi su Sardegna e dai quadranti meridionali sul resto della penisola con ulteriori rinforzi sulle regioni centrali peninsulari e sulla Puglia.

Mari: molto mossi i mari circostanti la Sardegna; da mossi a molto mossi Adriatico centro settentrionale, stretto di Sicilia e basso Ionio; mossi gli altri mari. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata