Vento e neve, al Centro-Sud è l'apice del freddo: il meteo del 10 e 11 gennaio

Le previsioni dell'Aeronautica militare

Le previsioni per giovedì 10 gennaio 2019 in Italia a cura dell'Aeronautica militare.

Nord: molto nuvoloso sulle aree alpine di confine con locali nevicate, in graduale attenuazione; parzialmente nuvoloso sulla pianura veneta per nebbie in banchi e sulle aree prealpine per annuvolamenti irregolari, in dissolvimento; sereno o poco nuvoloso sulle restanti zone.

Centro e Sardegna: in prevalenza molto nuvoloso sulle regioni adriatiche con precipitazioni nevose localmente anche lungo le coste; parzialmente nuvoloso altrove con schiarite anche ampie in Sardegna e annuvolamenti irregolari tra Umbria e Lazio. 

Sud e Sicilia: molte nubi con precipitazioni frequenti che si attenueranno sulla Campania rimanendo deboli e a carattere isolato; neve sui rilievi fino a bassa collina su Molise, Appennino campano e Puglia nord e a quote superiori ai 600-800 altrove. 

Temperature: minime in generale calo ovunque eccetto che in Pianura padana; massime in calo al Centro-Sud e Sardegna, stazionarie al Nord.

Venti: moderati settentrionali al Centro-Sud con locali rinforzi; deboli settentrionali al Nord con residui rinforzi sulla Liguria e aree alpine.

Mari: agitati, localmente molto agitati al largo il mare e canale di Sardegna, stretto di Sicilia e lo Ionio; molto mossi i restanti mari. 

Le previsioni per venerdì 11 gennaio 2019

Nord: addensamenti compatti sui rilievi di confine centrorientali; sulle restanti zone ampi spazi di sereno, con transito di nubi poco significative.

Centro e Sardegna: estesa nuvolosità bassa su Umbria, Marche centromeridionali e Abruzzo, con deboli precipitazioni associate, che risulteranno nevose da quote collinari; sulla Sardegna cielo parzialmente nuvoloso con isolati piovaschi al mattino in dissolvimento durante il pomeriggio; condizioni di tempo stabile sul restante territorio. 

Sud e Sicilia: cielo molto nuvoloso o coperto su buona parte del settore con deboli piogge su Molise, Puglia settentrionale e Calabria; dal pomeriggio fenomeni in estensione anche a Puglia centrale e Sicilia tirrenica, divenendo a carattere nevoso a quote collinari su Molise, Basilicata e Puglia, generalmente oltre i 700-800 metri sui restanti settori appenninici e sull'area garganica.

Temperature: minime in calo su Lombardia, Triveneto e al Sud; stazionarie altrove. Massime in lieve aumento su Calabria meridionale, in diminuzione sul Veneto; senza variazioni di rilievo sul resto del paese.

Venti: moderati da nord-est sulle regioni adriatiche, Toscana meridionale, Sardegna orientale, Lazio, Campania, Calabria e Sicilia con locali rinforzi sul relativo settore costiero; deboli di direzione variabile altrove.

Mari: molto mossi Tirreno centrorientale, mare e canale di Sardegna; poco mossi sotto costa il mar Ligure e l'Adriatico settentrionale; generalmente mossi i restanti bacini. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata