Meteo per il 3 e il 4 novembre: rovesci abbondanti in Liguria
Meteo per il 3 e il 4 novembre: rovesci abbondanti in Liguria

Le previsioni per oggi in Italia, domenica 3 novembre, a cura del servizio meteo dell'Aeronautica militare.

Nord: cielo molto nuvoloso o coperto e precipitazioni diffuse su tutte le regioni sotto forma di rovesci e temporali, molto intensi e con piogge abbondanti e persistenti su Liguria e Lombardia nella prima metà della giornata, su Trentino e Veneto dal primo pomeriggio e sul Friuli Venezia Giulia soprattutto in serata. Dal pomeriggio miglioramento atteso su Valle d'Aosta e Piemonte, in estensione in serata su Liguria, Lombardia ed Emilia-Romagna.

Centro e Sardegna: cielo molto nuvoloso su Sardegna, Toscana, Lazio e Umbria, con piogge sparse anche sotto forma di rovesci e temporali, localmente intensi e con precipitazioni abbondanti specie su Sardegna occidentale, alta Toscana e Lazio centro-meridionale; atteso miglioramento in serata sulla Toscana e Sardegna. Cielo irregolarmente nuvoloso su Marche e Abruzzo, con precipitazioni deboli o moderate sui rilievi, zone interne; possibili sconfinamenti sulle coste sul confine tra le due regioni al primo mattino e in serata.

Sud e Sicilia: cielo molto nuvoloso e precipitazioni diffuse tra Campania, Molise, Puglia settentrionale e basso Salento, in estensione a Murge e Basilicata nel pomeriggio e in Calabria e Sicilia in serata.

Temperature: minime in generale aumento, specie al nord-est, stazionarie su Piemonte e Valle d'Aosta; massime in aumento sui settori ionici e al centro-nord, deciso su Emilia-Romagna e coste adriatiche settentrionali; in lieve calo in Sardegna; senza variazioni di rilievo sulle restanti zone.

Venti: orientali deboli fino a moderati al nord, con rinforzi marcati nelle aree temporalesche; tendenza a ruotare da ovest nella seconda metà della giornata; moderati meridionali sulle altre regioni fino a forti localmente sulle coste liguri, tirreniche e dell'alto adriatico e sulle aree temporalesche.

Mari: da agitati a molto agitati il Mar Ligure, Mar di Corsica, Mare e canale di Sardegna; da molto mossi ad agitati il Tirreno, l'Adriatico centro-meridionale e lo Ionio; molto mossi i restanti mari.

Il tempo previsto sull'Italia per domani, lunedì 4 novembre, secondo il servizio meteo dell'Aeronautica militare.

Nord: inizialmente cielo molto nuvoloso o coperto sulle regioni nord-orientali con residui piovaschi sulle aree confinali; ampie schiarite sulle restanti aree ma con spesse velature in arrivo nel corso della mattinata e nubi più consistenti sulle aree alpine occidentali e Levante ligure con locali piogge o rovesci. Generale aumento della copertura nuvolosa in serata con fenomeni in arrivo anche su Lombardia settentrionale e nuovamente su Triveneto.

Centro e Sardegna: molte nubi sulle aree appenniniche con qualche debole fenomeno associato; prevalenza di schiarite altrove salvo il settore centroccidentale della Sardegna dove il cielo si presenterà per lo più nuvoloso. In serata aumento della nuvolosità un po' ovunque, ad eccezione delle aree adriatiche, con precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale su alta Toscana e Sardegna occidentale.

Sud e Sicilia: mattinata ancora all'insegna della instabilità sulle regioni tirreniche con piogge localmente intense al primo mattino in successiva rapida attenuazione; bel tempo altrove.

Temperature: minime in diminuzione su tutto l'arco alpino, Levante ligure, Emilia-Romagna e regioni centrali; in lieve aumento altrove.

Massime in rialzo su Piemonte e Lombardia occidentale; stazionarie sul resto del nord ed in calo al centro-sud.

Venti: generalmente deboli occidentali al nord; da moderati a forti nordoccidentali sulla Sardegna tendenti a ruotare da sud-ovest; da moderati occidentali con locali rinforzi sul resto della Penisola tendenti a disporsi da sud-ovest e ad attenuarsi.

Mari: agitati il Mare e il canale di Sardegna; agitati il Tirreno e il Mar Ligure ma con moto ondoso in attenuazione; molto mossi lo Ionio e lo Stretto di Sicilia con moto ondoso in calo; mosso l'Adriatico.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata