Cielo coperto e freddo in arrivo: il meteo dell'11 e 12 dicembre

Le previsioni per martedì e mercoledì

Le previsioni del servizio meteorologico dell'aeronautica militare per martedì 11 dicembre

Nord: molte nubi a ridosso dell'arco alpino con nevicate al di sopra dei mille metri più probabili sulle aree di confine di Lombardia, Alto Adige e Veneto; residue nevicate anche in Val d'Aosta e Piemonte settentrionale ma in attenuazione; cielo sereno o poco nuvoloso altrove con moderato aumento delle nubi su Liguria e basso Piemonte dalla sera.

Centro e Sardegna addensamenti sparsi su Sardegna, Abruzzo, Marche e basso Lazio con qualche isolato rovescio sui settori adriatici e possibilità di neve sulle aree interne delll'Abruzzo anche intorno ai 1000 metri; qualche debole pioggia sulle restanti zone; cielo sereno o poco nuvoloso sul resto del centro.

Sud e Sicilia: nuvolosità variabile con qualche schiarita in più su Campania e Sicilia meridionale e addensamenti anche consistenti sulle restanti aree associati ad isolati rovesci o temporali specie su aree adriatiche e dello Ionio settentrionale; graduale miglioramento nel corso della seconda parte della giornata sulle aree peninsulari e nubi in aumento sulla Sicilia.

Temperature: massime stazionarie sulla Sardegna ed in calo altrove. Venti: moderati sulle due isole maggiori e sulle regioni ioniche peninsulari in attenuazione serale; deboli variabili al nord con rinforzi settentrionali su liguria, aree alpine e venezie; da deboli a moderati settentrionali sul resto del Paese.

Mari: da molto mossi ad agitati il mare e canale di Sardegna e lo stretto di Sicilia; molto mossi il tirreno meridionale e lo Ionio; - mossi i restanti bacini; moto ondoso in graduale attenuazione su tutti i mari.

 

Le previsioni del servizio meteorologico dell'aeronautica militare per mercoledì 12 dicembre

Nord: cielo molto nuvoloso sulle regioni occidentali, nonché sulle aree lombarde ed emiliano-romagnole con deboli fenomeni, ma diffusi dal pomeriggio su basso Piemonte, Liguria ed Emilia-Romagna centroccidentale; le precipitazioni assumeranno carattere nevoso sui rilievi alpini ed appenninici oltre i 500-700 metri, ma con quota neve in calo serale fino a 200-300 metri su Piemonte meridionale e rilievi emiliani; sempre dalle ore pomeridiane graduale aumento della nuvolosità anche sul Triveneto meridionale. Ampi spazi di sereno sul resto del nord.

Centro e Sardegna: al primo mattino nubi compatte sulla Sardegna e cielo poco nuvoloso altrove, ma con successivo graduale aumento della nuvolosità a partire dalle regioni tirreniche peninsulari; dal pomeriggio attese le prime precipitazioni su nord Sardegna e Toscana, in estensione serale alle altre regioni, seppur in forma meno diffusa. I fenomeni saranno nevosi sull'Appennino toscano oltre i 500-700 metri, e coinvolgeranno dalla sera anche i restanti rilievi centrali di Marche, Umbria e Lazio.

Sud e Sicilia: cielo molto nuvoloso sulla Sicilia con locali, deboli piovaschi, più frequenti in serata sulla porzione più occidentale dell'isola. Sul restante meridione copertura medio-alta in progressivo aumento, più consistente sulla Calabria ed aree ioniche dove sono attese dal pomeriggio deboli precipitazioni, più diffuse dalla sera quando interesseranno anche le coste campane; i fenomeni, seppur poco consistenti, assumeranno carattere nevoso dalla sera sui rilievi calabro-lucani oltre i 1000 metri.

Temperature: minime stazionarie sulle due isole maggiori; in flessione altrove. Massime in diminuzione su gran parte del nord, regioni tirreniche peninsulari ed aree appenniniche; senza variazioni di rilievo sul resto del Paese.

Venti: da deboli a localmente moderati, settentrionali sulla Liguria con ulteriori rinforzi dalla sera e variabili sul restante settentrione; occidentali sulle due isole maggiori; sudorientali altrove, in intensificazione serale su coste toscane e del Lazio centrosettentrionale.

Mari: da mossi a molto mossi lo stretto di Sicilia ed il basso Ionio, con attenuazione del moto ondoso; poco mosso l'Adriatico centrosettentrionale; da mosso a molto mosso il canale di Sardegna; mossi i restanti bacini, con moto ondoso in ulteriore intensificazione dal pomeriggio sul mar Ligure e, dalla sera sul Tirreno settentrionale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata