Meteo, forte maltempo al Sud: allerta per rischio nubifragi

La Protezione Civile ha emesso l'allerta arancione di moderata criticità per rischio idraulico su Basilicata e Calabria

"Nelle prossime ore la circolazione ciclonica posizionata tra le nostre Isole Maggiori continuerà ad insistere generando instabilità con rovesci e temporali anche intensi e - spostandosi lentamente verso nord - allargherà la sua influenza anche alle regioni centrali italiane, portando un peggioramento verso Abruzzo, Marche e Lazio. Tra venerdì sera e sabato la nuvolosità si addenserà anche al Nord, accompagnata da piogge soprattutto sulle regioni nord-orientali. Domenica - affermano i meteorologi del Centro Epson Meteo - questa circolazione comincerà ad attenuarsi, mentre una nuova perturbazione in arrivo dalla Francia raggiungerà il Nordovest, risultando probabilmente più attiva sul Piemonte e sulla Liguria."

Molto nuvoloso o coperto nel resto d'Italia con numerosi rovesci o temporali anche di forte intensità tra il nord della Calabria, la Basilicata e la Puglia. Tempo instabile ma con rovesci più localizzati su medio Adriatico e Isole. Su Lazio e Campania fenomeni solo sporadici, ma con rischio di rovesci e temporali tra sera e notte. Al Nord e in Toscana giornata ancora soleggiata con nuvole in aumento a fine giornata e alcune piogge in arrivo poi in serata in Emilia Romagna e nella notte anche su Venezie e Lombardia. Temperature massime in lieve calo sul medio e basso Adriatico e in Sardegna, per lo più senza variazioni di rilievo altrove. Valori in generale compresi tra 18 e 25°C. Ancora ventoso per venti di Tramontana sul Ligure e di Scirocco al Centro-sud con venti fino a forti sullo Ionio e sul basso Adriatico.

Per la giornata venerdì 5 ottobre, la Protezione Civile ha emesso l'allerta arancione di moderata criticità per rischio idraulico su Basilicata (Basi-E2, Basi-C, Basi-E1) e Calabria (Versante Jonico Settentrionale, Versante Jonico Centro-settentrionale, Versante Jionico Centro-meridionale, Versante Jonico Meridionale, Versante Tirrenico Meridionale); per rischio temporali su Calabria (Versante Jonico Settentrionale, Versante Jonico Centro-settentrionale, Versante Jionico Centro-meridionale, Versante Jonico Meridionale, Versante Tirrenico Meridionale) e Puglia (Salento, Bacini del Lato e del Lenne); per rischio idrogeologico su Basilicata (Basi-E2, Basi-C, Basi-E1), Calabria (Versante Jonico Settentrionale, Versante Jonico Centro-settentrionale, Versante Jionico Centro-meridionale, Versante Jonico Meridionale, Versante Tirrenico Meridionale), Puglia (Salento, Bacini del Lato e del Lenne) e Sardegna (Bacini Flumendosa - Flumineddu, Gallura).

Sabato 6 ottobre il vortice di bassa pressione traslerà verso nord, posizionandosi sull'alto Tirreno. Tempo in miglioramento all'estremo Sud con parziali schiarite tra la Sicilia e il Sud della Calabria, prevarranno le nuvole nel resto d'Italia con rischio di rovesci sparsi e locali temporali ancora sull'alto Ionio e in Puglia, nel settore tra bassa Toscana e Lazio e nel nord della Sardegna. Piogge sparse o locali rovesci tra Veneto orientale e Friuli Venezia Giulia, piogge più deboli e isolate possibili in Campania, nel resto del Centro, in Emilia, alta Toscana, Alpi centro-occidentali e al mattino anche sulla pianura lombarda e sull'alto Piemonte. Temperature massime in calo al Nord e sul settore tirrenico, lievi rialzi possibili su Abruzzo, basso Adriatico e Isole. Venti ancora da moderati a forti sul medio e alto Tirreno, in Sardegna e di Scirocco tra basso Adriatico e alto Ionio. 

La tendenza per la giornata di domenica 7 ottobre resta ancora piuttosto incerta. Sarà una giornata all'insegna della variabilità, con alternanza di schiarite e annuvolamenti un po' in tutte le regioni. Le zone maggiormente soleggiate dovrebbero favorire il sud della Calabria, della Sardegna e la Sicilia. Per quanto riguarda le precipitazioni a rischio di brevi piogge isoalte l'estremo Nordest e l'estremo Nordovest. Al Centro-sud il rischio di brevi rovesci e locali temporali sarà maggiore nelle zone interne e appenniniche, nel Lazio, in Campania e lungo le coste del medio e basso versante Adriatico. Temperature stazionarie o in lieve aumento: clima mite con valori nella norma o poco al di sopra. La prossima settimana vedrà un graduale peggioramento del tempo a causa di una nuova perturbazione atlantica che investirà l'Italia centro-settentrionale e la Sardegna a partire da mercoledì dando luogo a una fase di tempo perturbato nella parte centrale della settimana. Il clima sull'Italia resterà ancora a lungo mite con temperature in molti casi al di sopra delle medie stagionali. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata