Due giorni quasi sereni. Il meteo del 28 e 29 novembre

Le previsioni dell'Aeronautica militare. Cieli tersi al Nord, nuvole e ancora qualche pioggia al Centro e al Sud. Ma in graduale miglioramento. Il freddo non arriva. Mari agitati

Le previsioni del servizio meteorologico dell'aeronautica militare per mercoledì 28 novembre in Italia.

Nord: cielo generalmente sereno o poco nuvoloso, tuttavia, tra pomeriggio e serata, estese velature sul settore occidentale. Attese foschie dense al mattino e dopo il tramonto sulle pianure lombarde e piemontesi.

Centro e Sardegna: nuvolosità variabile su Marche ed Abruzzo con deboli piogge in graduale assorbimento tra pomeriggio e serata; atteso qualche fiocco di neve sui rilievi abruzzesi oltre i 700-800 metri. Sulle restanti zone condizioni di tempo stabile e soleggiato, a parte qualche residuo annuvolamento atteso in mattinata sull'isola e su Lazio meridionale.

Sud e Sicilia: inizialmente cielo molto nuvoloso su gran parte delle regioni con precipitazioni sparse a prevalente carattere di rovescio o temporale sulle regioni ioniche e aree tirreniche siciliane più isolati e di debole intensità i fenomeni sulle restanti regioni; nel corso del giornata attesa sia una riduzione della nuvolosità a partire dalla campania settentrionale sia dal pomeriggio dei fenomeni sulle regioni peninsulari, mentre ampie schiarite tenderanno ad interessare la sicilia meridionale.

Temperature: minime senza variazioni di rilievo su Valle d'Aosta e Sicilia; in diminuzione altrove, più decisa su Pianura Padana ed al centro-sud peninsulare; massime in aumento su Alpi occidentali e Sardegna; stazionarie sui restanti rilievi della catena alpina, in flessione sul resto del Paese.

Venti: dai quadranti settentrionali da moderati a forti su tutte le regioni centromeridionali con ulteriori rinforzi di burrasca su Sicilia, Puglia, Molise, Calabria, Basilicata ed aree costiere di Marche ed Abruzzo; deboli di direzioni variabile al nord con locali rinforzi nord orientali su coste dell'alto adriatico.

Mari: agitati o molto agitati mare e canale di Sardegna, Tirreno centromeridionale ad ovest, stretto di Sicilia e gran parte dello Ionio; da mossi a molto mossi al mattino il mar Ligure ed il Tirreno settentrionale; generalmente da molto mossi ad agitati i restanti bacini.

Le previsioni del servizio meteorologico dell'aeronautica militare per giovedì 29 novembre in Italia.

Nord: cielo sereno o velato, dalla serata aumento della copertura nuvolosa sulle regioni occidentali; al primo mattino e dopo il tramonto formazione di foschie dense e banchi di nebbia sulla pianura padano-occidentale.

Centro e Sardegna: addensamenti compatti sulle regioni adriatiche, in graduale dissolvimento dal pomeriggio; bel tempo altrove, a parte una moderata intensificazione della copertura bassa e stratiforme da fine giornata sul Lazio centromeridionale.

Sud e Sicilia: al mattino ancora molte nubi consistenti su gran parte del territorio con residue, deboli piogge o rovesci su Sicilia settentrionale e Calabria nordorientale, in assorbimento dalle ore pomeridiane; parziali schiarite dalla serata. Cielo generalmente sereno sui settori meridionali di Sicilia, Puglia e Calabria.

Temperature: minime in lieve rialzo sul Trentino-Alto Adige; in calo sul resto del nord, Sardegna, Toscana, Marche, Umbria occidentale, nord Lazio, coste abruzzesi, bassa Calabria e Sicilia orientale; pressochè stazionarie altrove; massime in tenue aumento sui rilievi alpini, Abruzzo, Basilicata, Sicilia occidentale e sulle restanti aree appenniniche centromeridionali; in diminuzione sul restante settentrione, nonchè su Sardegna e Toscana occidentali; senza variazioni di rilievo sul resto del Paese.

Venti: deboli settentrionali sulla Liguria e variabili sul restante settentrione; da moderati a localmente forti da nord sulle regioni centromeridionali con ulteriori rinforzi di burrasca su Puglia e restanti aree ioniche, ma in attenuazione da fine giornata.

Mari: da agitato a molto agitato al mattino lo Ionio con graduale attenuazione del moto ondoso; molto mossi il basso Adriatico e lo stretto di Sicilia, ma con moto ondoso in attenuazione su quest'ultimo bacino dal pomeriggio; generalmente mossi o molto mossi i restanti bacini, ma con tendenza a divenire poco mossi tra ore pomeridiane e serali il Tirreno centrosettentrionale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata