Temporali e crollo delle temperature: il meteo del 22 e 23 ottobre

Le previsioni dell'Aeronautica militare

Le previsioni dell'Aeronautica militare per lunedì 22 ottobre sull'Italia.

Al nord: cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso con locali addensamenti residui sulla romagna e a ridosso dei rilievi appenninici e prealpini centro occidentali in ulteriore rapido miglioramento.

Al centro e Sardegna: nuvolosità irregolare su Toscana, alto Lazio, Umbria e Marche con schiarite sempre più ampie a partire dalla Toscana e residui annuvolamenti associati ad isolati rovesci fra Umbria sud orientale e Marche meridionali; parzialmente nuvoloso sulla Sardegna con annuvolamenti più compatti sulle aree orientali dell'isola dove si potranno avere isolati rovesci; molto nuvoloso o coperto su Lazio centro meridionale e Abruzzo con rovesci sparsi e temporali localmente intensi e accompagnati anche da grandine specie sull'Abruzzo; schiarite sempre più ampie sul Lazio specie fra la tarda mattinata ed il pomeriggio con residui fenomeni in serata sulle aree meridionali della regione.

Al sud e Sicilia: nuvolosità irregolare sulla Sicilia con rovesci sparsi ed isolati temporali specie sulle aree settentrionali dell'isola; nuovo peggioramento dalla serata a partire dalle aree occidentali. Mlto nuvoloso o coperto sul resto del meridione con rovesci e temporali sparsi anche intensi e accompagnati da grandine.

Temperature: in generale calo sia nei valori minimi che massimi. Venti deboli settentrionali al nord con rinforzi anche consistenti da nord est su Liguria e alto Adriatico; moderati o forti nord orientali sulle regioni centrali, Sardegna compresa, con ulteriori rinforzi nel pomeriggio-sera sulle aree tirreniche; moderati occidentali su Sicilia e Calabria, moderati meridionali sulle aree ioniche e sulla Puglia in generale dove si intensificheranno da sud est nel pomeriggio; deboli orientali con rinforzi sulle restanti regioni in intensificazione sul Molise. Mari molto mossi il mar Ligure e lo Ionio meridionale; da molto mossi ad agitati i restanti bacini centro meridionali, il Tirreno settentrionale e l'alto Adriatico. 

Le previsioni del servizio meteorologico dell'aeronautica militare per la giornata di domani in Italia.

Nord: un po' di nubi compatte sulle aree alpine centrorientali confinali con qualche fiocco di neve atteso in serata sulle cime più elevate dell'alto adige; cielo sereno o con transito di innocue, ma estese velature diurne sul restante settentrione. 

Centro e Sardegna: molte nubi compatte sulla porzione più orientale di Sardegna ed Umbria, nonchè sulle regioni adriatiche, con deboli fenomeni convettivi su Marche meridionali ed Abruzzo, in esaurimento dal pomeriggio; bel tempo altrove con passaggi di nubi alte e sottili.

Sud e Sicilia: persistono condizioni di maltempo marcato con rovesci o temporali diffusi, anche di forte intensità; dal pomeriggio atteso un generale miglioramento con spazi di sereno sempre più ampi, eccezion fatta per la Calabria ed il settore tirrenico della Sicilia, dove i fenomeni intensi si attarderanno fino alle ore notturne.

Temperature: minime in calo su pianura padana centroccidentale, Sardegna occidentale e meridionale, bassa Calabria e Sicilia; in aumento altrove; massime in lieve flessione sulle regioni ioniche; pressochè stazionarie sulle aree pianeggianti settentrionali; in rialzo sul resto del paese, più deciso sul basso Lazio. Venti: deboli settentrionali sulle aree alpine e sulla Liguria, occidentali sul rimanente settentrione; da moderati a forti dai quadranti settentrionali al centro-sud, in attenuazione serale sulle regioni centrali. Mari: da agitati a molto agitati il Tirreno meridionale ad ovest e lo stretto di Sicilia; da molto mossi ad agitati il restante Tirreno, l'Adriatico meridionale, il canale di Sardegna e lo Ionio; da mossi a molto mossi al largo, il mar Ligure e l'alto Adriatico; generalmente molto mossi o agitati i restanti bacini; dalla serata attesa una generale attenuazione del moto ondoso.

 

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata