Maltempo, ancora piogge ma in miglioramento a Sud. Forte instabilità altrove

Nei primi giorni della settimana il vortice di bassa pressione associato a questa perturbazione dovrebbe rimanere posizionato molto a ovest rispetto alla penisola, tra il sud della Francia e la Spagna nord-orientale

Il vortice di bassa pressione che da giorni insiste sull'Italia nelle prossime ore si indebolirà spostandosi verso nord: nella giornata di domenica 7 ottobre si allontanerà definitivamente dall'Italia dirigendosi verso l'Europa centro-orientale. È quanto si apprende dal Centro Epson Meteo, che prevede per sabato 6 ottobre gli ultimi fenomeni intensi sulle regioni intorno all'alto Ionio, condizioni di instabilità sul medio Tirreno e all'estremo Nord-Est. Nel resto del Centro-Nord i fenomeni saranno scarsi. Domenica 7 ottobre arriverà sull'Italia l'avanguardia di una perturbazione atlantica (la n.2 di ottobre), con conseguente peggioramento del tempo all'estremo Nord-Ovest. La successiva traiettoria di questa perturbazione resta al momento ancora molto incerta. Tuttavia sembrerebbe che nei primi giorni della settimana il vortice di bassa pressione associato a questa perturbazione rimanga posizionato molto a ovest rispetto alla nostra penisola, tra il sud della Francia e la Spagna nord-orientale. Marginalmente, e solo a tratti, dovrebbero essere coinvolte le nostre estreme regioni di Nord-Ovest, la Sardegna e la Toscana. Successivamente questa perturbazione potrebbe attraversare gran parte dell'Italia, tra giovedì e venerdì.

Sabato 6 ottobre sono previste schiarite anche ampie tra la Sicilia e la Calabria meridionale e, al mattino, anche in Sardegna. Sul resto del Paese prevarranno le nuvole, con gli ultimi rovesci o temporali anche intensi nel settore dell'alto Ionio. Successivamente, in particolare dalla sera, tempo in miglioramento. Tempo instabile sulle regioni del medio-alto Tirreno con fenomeni anche a carattere di rovescio tra bassa Toscana, Lazio e Campania. Piogge più isolate nelle zone interne, in estensione nel pomeriggio anche alle Marche. Piogge sparse, con la possibilità di qualche breve rovescio, tra il Veneto e il Friuli Venezia Giulia. Precipitazioni più deboli e isolate nel resto del Nord, probabili soprattutto in Liguria e, nel pomeriggio, anche lungo le Alpi e in Emilia Romagna. Temperature massime in calo al Nord e sul settore tirrenico, in rialzo su medio Adriatico, Lucania, Calabria e Isole Maggiori. Venti moderati sul Ligure, sul medio-alto Tirreno, intorno alla Sardegna e, da sud-sudest, tra basso Adriatico e alto Ionio. Mari mossi o molto mossi. (

La giornata di domenica 7 ottobre trascorrerà all'insegna della variabilità, con alternanza di schiarite e annuvolamenti un po' in tutte le regioni. Le zone maggiormente soleggiate dovrebbero favorire il sud della Calabria, della Sardegna e la Sicilia. Al Nord residue piogge isolate al mattino su Friuli Venezia Giulia, nel pomeriggio sulle Alpi centro-orientali. Prime piogge collegate alla nuova perturbazione al mattino a ridosso delle Alpi occidentali, dal pomeriggio anche su Piemonte e Liguria centro occidentale dove non si esclude qualche rovescio, specie verso sera. Al Centro-Sud rischio di brevi rovesci sin dal mattino su Lazio, Campania e vicine aree appenniniche; coinvolte anche le regioni del basso versante adriatico nella seconda parte della giornata. Dal pomeriggio rischio di qualche isolato rovescio anche nel nord della Sardegna. Temperature stazionarie o in lieve aumento: clima mite, con valori nella norma o poco al di sopra. Venti in attenuazione, con residui rinforzi di Scirocco sul basso versante adriatico e venti occidentali fino a moderati sul Mare di Sardegna.

Quella di lunedì 8 ottobre sarà una giornata prevalentemente nuvolosa su Valle d'Aosta, Piemonte, Liguria, Toscana e Sardegna, con anche la possibilità di qualche pioggia sparsa; non escluse piogge a carattere di rovescio o temporale tra la Liguria di ponente e il basso Piemonte. Nel resto del Paese avremo maggiori schiarite in un contesto di variabilità tra annuvolamenti e momenti soleggiati. Locali piogge saranno possibili anche sull'Appennino centrale e tra la Puglia meridionale, la Basilicata e il nord della Calabria. Venti in prevalenza deboli; mare poco mosso in Adriatico, Ionio e Tirreno meridionale, localmente mossi il mar Ligure, l'alto Tirreno il canale di Sicilia. Temperature senza variazioni di rilievo, con valori pomeridiani per lo più compresi tra i 20 e i 25 gradi. Martedì prevarranno le schiarite soprattutto nel Nord-Est e nelle regioni centrali. Qualche pioggia su Piemonte occidentale, isolati rovesci o temporali in Sardegna e nelle zone interne del Centro-Sud e della Sicilia. Venti di Scirocco in moderato rinforzo intorno alla Sardegna e nel canale di Sicilia, venti deboli altrove. Temperature senza grandi variazioni e in generale su valori in linea con le medie del periodo.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata