Le previsioni del 14 e 15 gennaio: deboli piogge al Centro-Nord, bel tempo al Sud
Le previsioni del 14 e 15 gennaio: deboli piogge al Centro-Nord, bel tempo al Sud

Le previsioni dell'Aeronautica militare

 

Le previsioni dell'Aeronautica militare per martedì 14 gennaio sull'Italia.

Nord: annuvolamenti compatti sulla Liguria centro-orientale con deboli piogge associate, anche congelantesi al primo mattino sui rilievi liguri confinali con il Piemonte; estesa nuvolosità bassa e stratiforme sulle aree pianeggianti e lungo le coste adriatiche con gelate notturne, foschie dense e nebbie, in parziale diradamento nelle ore centrali della giornata; altrove cielo sereno o poco nuvoloso, con al più transito di spesse velature.

Al centro e Sardegna: addensamenti compatti sulla Toscana centro settentrionale con deboli piovaschi a nord della regione; cielo sereno o poco nuvoloso altrove, salvo nuvolosità più consistente durante la mattinata sulle altre aree centrali tirreniche e sull'Umbria e dal pomeriggio a nord delle Marche. Nella notte foschie dense, locali banchi di nebbia e gelate nelle vallate interne.

Al sud e Sicilia: molte nubi compatte su salento, aree ioniche della Basilicata, Calabria orientale e Sicilia ionica con possibilità di deboli piogge, in generale attenuazione serale; bel tempo sul resto del sud, a parte annuvolamenti sparsi attesi sulle restanti aree calabro-lucane e sulla Sicilia tirrenica. Foschie dense e locali banchi di nebbia lungo i litorali pugliesi.

Temperature: minime in diminuzione su Alpi e prealpi, meno consistente su basso Veneto e Romagna; in tenue rialzo su Levante ligure, Lombardia sudoccidentale, coste friulane, bassa Toscana, rilievi marchigiani, Umbria ed Appennino abruzzese; stazionarie altrove; massime in tenue flessione su Trentino-Alto Adige, restanti aree alpine e prealpine, Veneto meridionale ed Appennino toscano; in rialzo sui rilievi emiliano-romagnoli, bassa Toscana, Appennino marchigiano, Umbria, alto Lazio, Basilicata e Calabria centrosettentrionale; senza variazioni di rilievo sul resto del paese.

Venti: deboli settentrionali sulle aree ioniche e variabili altrove.

Mari: da mossi a molto mossi al largo lo stretto di Sicilia e lo Ionio; da poco mossi a mossi mar ligure, nonché mare e canale di Sardegna; quasi calmi o poco mossi i restanti bacini.

Le previsioni dell'Aeronautica militare per mercoledì 15 gennaio sull'Italia.

Nord: annuvolamenti compatti sulla Liguria e sulla porzione più occidentale dell'Emilia-Romagna con deboli piogge associate; estesa nuvolosità medio-bassa e stratiforme sulle aree pianeggianti e pedemontane con foschie dense e nebbie, in temporaneo diradamento nelle ore centrali della giornata; altrove cielo sereno o poco nuvoloso, con al più transito di spesse velature.

Al centro e Sardegna: addensamenti consistenti sulla Toscana settentrionale con deboli piovaschi associati; cielo sereno o poco nuvoloso altrove, salvo nuvolosità più consistente attesa già dal mattino sull'isola e dal pomeriggio sulle restanti zone toscane.

Al sud e Sicilia: condizioni di bel tempo, a parte un po di nubi basse e stratiformi che interesseranno le zone adriatiche pugliesi, Calabria centromeridionale, nonché la Sicilia tirrenica ed orientale.

Temperature: minime in rialzo su levante ligure, rilievi del Trentino-Alto Adige, Pianura padana, Appennino emiliano-romagnolo e Toscana; in flessione su pianura friulana, Lazio centrosettentrionale, Puglia centromeridionale e Basilicata ionica; senza variazioni di rilievo altrove; massime in lieve aumento su pianure lombarda e venete, romagna e Toscana; in tenue diminuzione sulla dorsale appenninica centromeridionale e sulle zone adriatiche centromeridionali della Puglia; stazionarie sul resto del paese.

Venti: deboli settentrionali sulle aree ioniche e variabili altrove.

Mari: molto mosso il basso Ionio; da mossi a localmente molto mossi lo stretto di Sicilia meridionale e lo Ionio settentrionale; mossi il mar Ligure e canale di Sardegna; da poco mossi a mossi il basso Adriatico ed il canale di Sardegna; quasi calmo l'Adriatico settentrionale ed il Tirreno meridionale ad est; generalmente poco mossi i restanti bacini.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata