Il meteo del 5 e 6 marzo: nuvolosità con precipitazioni su tutto il Paese
Il meteo del 5 e 6 marzo: nuvolosità con precipitazioni su tutto il Paese

Le previsioni secondo il servizio meteo dell'Aeronautica militare

Le previsioni per giovedì 5 marzo in Italia, secondo il servizio meteo dell'Aeronautica militare.

Nord: nuvolosità in rapido aumento con deboli nevicate iniziali su Val d'Aosta ed in generale sulle aree alpine centro occidentali con quota neve che dai 1000 metri scenderà fino a 500-600 metri in tarda mattinata; sempre nel corso della tarda mattinata gli annuvolamenti si intensificheranno e si estenderanno gradualmente alle restanti aree con precipitazioni diffuse nel pomeriggio su Nord ovest e Lombardia, da locali a sparse su Trentino Alto Adige, Veneto occidentale ed Emilia; in serata le precipitazioni diffuse interesseranno tutto il Nord e risulteranno anche intense su Liguria di levante e Appennino emiliano con la possibilità di qualche rovescio o temporale; le nevicate continueranno a interessare quote intorno ai 500-600 metri sulle aree alpine occidentali mentre risulteranno intorno agli 800-1000 metri su quelle alpine e prealpine orientali.

Centro e Sardegna: sulle isole parzialmente nuvoloso con qualche addensamento più consistente nel pomeriggio sulle aree interne; in serata aumento della nuvolosità piogge sparse; sulle regioni peninsulari poco nuvoloso con residui annuvolamenti sulle aree interne, in particolare quelle abruzzesi ma in temporanea attenuazione; nubi in aumento a partire dalla aree tirreniche e in estensione nel corso del pomeriggio alle restanti aree con piogge sparse sulla Toscana in estensione in serata a Lazio e Umbria; sempre in serata qualche locale pioggia potrà interessare le aree interne e le Marche settentrionali mentre sull'alta Toscana si potrà avere qualche rovescio o temporale intenso.

Sud e Sicilia: nuvolosità irregolare, a tratti compatta con possibili residui piovaschi tra Sicilia settentrionale e Calabria meridionale tirrenica e lungo le coste adriatiche in graduale attenuazione nel corso del pomeriggio. Nuovo aumento della nuvolosità dalla serata.

Temperature: massime in aumento sui rilievi romagnoli, isole maggiori, regioni centrali adriatiche, Umbria e aree meridionali tirreniche; in diminuzione al Nord più decisa fra Nord ovest e Lombardia occidentale; senza notevoli variazioni sul resto del paese.

Venti: inizialmente deboli variabili al Centro-nord e da deboli a moderati nord occidentali al Meridione; tendenza a disporsi dai quadranti meridionali e a divenire moderati o forti dal pomeriggio sulla Sardegna e, dal tardo pomeriggio-sera, su Liguria di levante, Toscana, Lazio, Umbria, aree appenniniche, Molise, Puglia garganica; sempre in serata rotazione del vento, sempre forte dai quadranti settentrionali sulla Liguria di ponente.

Mari: molto mossi lo Ionio, il basso Tirreno e il canale di Sardegna con moto ondoso in attenuazione; poco mosso l'alto Adriatico con moto ondoso in aumento dalla serata; da poco mossi a mossi i restanti mari con moto ondoso in aumento nel mar di Sardegna, mar Ligure e mar di Corsica fino ad agitati gli ultimi due mari nella nottata.

Le previsioni per venerdì 6 marzo in Italia, secondo il servizio meteo dell'Aeronautica militare.

Nord: inizialmente cielo parzialmente nuvoloso su tutto il nord, con precipitazioni diffuse al nord-est e sulla Lombardia orientale, più intense sul Friuli-Venezia Giulia. Dalla tarda mattinata temporaneo diradamento della copertura nuvolosa ed attenuazione dei fenomeni, salvo sul Friuli-Venezia Giulia dove saranno più insistenti. Dal tardo pomeriggio nuova intensificazione della nuvolosità su tutte le regioni, meno consistente su Liguria e Piemonte centromeridionale, con nuove precipitazioni su mantovano e nord-est, più sparse e di debole intensità sul Trentino-Alto Adige. Al mattino nevicate su Alpi e Prealpi generalmente oltre i 400-600 metri, in calo sul Piemonte meridionale e nei fondivalle del Trentino-Alto Adige; attese nevicate serali su Appennino, Alpi e Prealpi orientali e del Trentino generalmente oltre i 1000 metri.

Centro e Sardegna: molte nubi compatte sulle regioni tirreniche, meno consistenti sulla Sardegna con precipitazioni diffuse, più intense ed anche localmente a carattere temporalesco su Lazio meridionale e restanti aree interne peninsulari. Dalla tarda mattinata tempo variabile con piogge intermittenti, mentre peggiora dalla sera sull'isola con piogge diffuse e locali temporali sull'area occidentale. Quota neve sull'Appennino toscano generalmente oltre i 1000 metri; alternanza di schiarite ed annuvolamenti sul resto del centro, con locali deboli piogge a ridosso della dorsale appenninica.

Sud e Sicilia: al mattino cielo molto nuvoloso su Campania ed aree interne del Molise, con piogge e rovesci diffusi e nuvolosita' medio-alta sul resto del sud peninsulare, piu' consistente su Basilicata centro-occidentale e rilievi calabresi. Dal pomeriggio ulteriore aumento della nuvolosita' compatta sulle aree tirreniche con precipitazioni diffuse, localmente temporalesche sulla Campania, mentre sempre piu' ampi rasserenamenti sono attesi sull'area adriatica e ionica; sulla Sicilia nuvolosità irregolare a tratti intensa, con locali piogge sull'area occidentale e tirrenica orientale. Dalla sera aumento della nuvolosita' compatta a partire dalla zona occidentale dell'isola con piogge e locali temporali.

Temperature: minime in lieve diminuzione su Liguria ed aree alpine occidentali, in aumento su aree alpine e prealpine centro-orientali, pianura padana, regioni centrali peninsulari ed al sud, piu' marcato al centro peninsulare, stazionarie sul resto del Paese; massime in diminuzione su aree alpine occidentali, Sardegna e Basilicata, senza variazioni di rilievo su pianura lombarda orientale, veneta e friulana, Emilia-Romagna orientale, regioni centrali peninsulari, Campania, aree interne del Molise e Calabria settentrionale, in rialzo altrove.

Venti: da deboli a moderati occidentali sulla pianura padana; deboli nordoccidentali sul restante nord; da moderati a localmente forti occidentali al centro-sud, con rinforzi su Sardegna orientale, Bocche di Bonifacio, arcipelago toscano, coste toscane e laziali e lungo le aree appenniniche, in rotazione da nord-ovest dalla sera sulla Sardegna.

Mari: agitato il Mar Ligure ma con moto ondoso in attenuazione; da mossi a molto mossi lo stretto di sicilia meridionale, lo Ionio e l'Adriatico; da molto mossi ad agitati i restanti bacini, fino a molto agitato al largo il Mare di Sardegna.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata