Il meteo del 2 dicembre: precipitazioni intense su Toscana e Lazio
Il meteo del 2 dicembre: precipitazioni intense su Toscana e Lazio

Migliora il tempo al nord. Al Sud qualche debole pioggia

Il tempo previsto sull'Italia per lunedì 2 dicembre, secondo il servizio meteo dell'Aeronautica militare.

Nord: al mattino molte nubi compatte su Liguria, bassa Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia, con piogge e rovesci e qualche residuo temporale sul Levante ligure; seguirà un miglioramento con ampie aperture, eccezion fatta per il settore emiliano-romagnolo; qualche fiocco di neve al primo mattino sui rilievi di confine orientali oltre i 1200-1300 metri. Sul restante settentrione cielo sereno o poco nuvoloso. Al primo mattino e dopo il tramonto formazione di foschie dense e banchi di nebbia sulle zone pianeggianti.

Centro e Sardegna: moderato maltempo sulle regioni peninsulari con rovesci e temporali sempre più diffusi, anche intensi fino alla sera sulla Toscana e localmente sull'Umbria; dal pomeriggio attesi fenomeni di forte intensità anche sul Lazio. Sulla Sardegna spesse, ma innocue velature al mattino cui seguiranno estese schiarite pomeridiane.

Sud e Sicilia: addensamenti consistenti su Molise occidentale, coste campane e sulle aree ioniche di Puglia, Calabria e Sicilia con deboli piogge e qualche occasionale rovescio; ampia nuvolosità medio-alta, ma poco significativa sul restante meridione, ma in diradamento dal pomeriggio con estesi rasserenamenti.

Temperature: minime in calo sulle aree pianeggianti nordoccidentali; in aumento sulla catena alpina ed al centro-sud; senza variazioni di rilievo altrove; massime in diminuzione sull'Emilia-Romagna orientale; stazionarie sul resto della regione, Umbria e Lazio; in rialzo sul resto del Paese.

Venti: moderati settentrionali sulla Liguria; deboli variabili sul rimanente settentrione e sulla Sardegna; da deboli a moderati meridionali sul restante centro-sud, con locali rinforzi lungo l'area appenninica. Dalla tarda serata ventilazione che tende, invece, a disporsi dai quadranti orientali su pianure lombarda e veneta, Emilia-Romagna, Sardegna, Toscana e regioni centrali adriatiche.

Mari: molto mossi il Tirreno centrosettentrionale e lo Stretto di Sicilia; mossi il mar Ligure, mar e canale di Sardegna; da mossi a molto mossi i restanti bacini.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata