Liam Martens on Unsplash
Liam Martens on Unsplash
Il meteo del 28 e 29 gennaio, qualche pioggia: verso il sereno mercoledì

Le previsioni dell'Aeronautica militare

Le previsioni dell'Aeronautica militare per martedì 28 gennaio sull'Italia.

Nord: al primo mattino ancora molte nubi compatte sulle regioni alpine, Liguria centrorientale ed Emilia-Romagna occidentale con piogge sparse, locali temporali sul levante ligure e nevicate sui rilievi alpini e prealpini oltre i 500 metri; cielo poco nuvoloso o velato sul resto del nord. Dalla seconda parte della mattinata rapido diradamento della nuvolosità compatta, a partire dalle regioni occidentali, con dal pomeriggio nubi compatte presenti unicamente a ridosso dei rilievi montuosi, con ancora neviate sparse su quelli alpini centroccidentali al di sopra dei 500 metri, mentre sul resto del settentrione avremo condizioni di bel tempo.

Centro e Sardegna: al primo mattino molte nubi sulle regioni tirreniche, con piogge o rovesci sparsi e locali temporali sull'alta Toscana; cielo in generale velato sul resto del centro. Dalla seconda parte della mattinata graduale diradamento della nuvolosità compatta a partire dalle aree costiere delle regioni tirreniche peninsulari, con in serata ancora nubi compatte unicamente a ridosso dei rilievi appenninici e sulle aree interne della Sardegna, mentre sul resto del centro il cielo sarà velato.

Sud e Sicilia: molte nubi compatte su Molise occidentale, Campania, Basilicata tirrenica e Calabria tirreniche con associate piogge o rovesci sparsi; addensamenti consistenti con sporadici piovaschi sulla Sicilia centroccidentale ed estese ma innocue velature sul restante meridione.

Temperature: minime in flessione sulla puglia centromeridionale e sulle aree costiere ioniche, in aumento al centro-nord, stazionarie sul resto del Paese; massime in lieve diminuzione sulle aree alpine, restanti zone friulane, basso Lazio, basilicata tirrenica, rilievi calabresi e sulla Sicilia meridionale; in aumento su basso Piemonte, ponente ligure, Romagna, Toscana, Umbria occidentale, coste centrali adriatiche e molisane, Puglia centrosettentrionale e Basilicata orientale; stazionarie sul resto del Paese.

 Le previsioni dell'Aeronautica militare per mercoledì 29 gennaio sull'Italia.

Al Nord: annuvolamenti compatti sui rilievi alpini, a eccezione di quelli liguri, con deboli nevicate. Dal pomeriggio attenuazione dei fenomeni, salvo sulle relative aree del Trentino-Alto Adige dove insisteranno fino a sera. Quota neve generalmente oltre i 1000 metri sulle Alpi di Piemonte e Valle d'Aosta e oltre i 1200 su quelle centrali ma in rialzo nel corso della giornata. Sul resto del nord ampio soleggiamento e scarsa nuvolosità, a eccezione di foschie dense e banchi di nebbia sulla pianura romagnola e veneta al primo mattino.

Centro e Sardegna: estesa nuvolosità bassa e stratiforme su regioni tirreniche e Umbria, con foschie dense e banchi di nebbia nelle valli al mattino e dopo il tramonto. Nel corso del pomeriggio diradamento della nuvolosità compatta sul Lazio. Sul versante adriatico e sulla Sardegna cielo velato, salvo qualche nube più consistente a ridosso della dorsale appenninica e sull'isola ma in un contesto asciutto.

Sud e Sicilia: molte nubi su Campania, Basilicata tirrenica, Calabria, Sicilia tirrenica e occidentale, con deboli piogge sparse lungo le coste e sui rilievi. I fenomeni risulteranno più insistenti sulle relative aree della Calabria; sul resto del sud alternanza di schiarite e annuvolamenti.

Temperature: minime in aumento su basso Piemonte, coste adriatiche centrali, Puglia e restanti aree ioniche, in diminuzione su restante Nord e regioni centrali peninsulari, senza variazioni di rilievo altrove; massime in diminuzione su Trentino-Alto Adige, coste adriatiche settentrionali, Marche, Umbria, Toscana meridionale e Sardegna orientale, stazionarie o in lieve aumento sul resto del paese.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata