Il meteo del 24 e 25 novembre, ancora piogge sull'Italia
Il meteo del 24 e 25 novembre, ancora piogge sull'Italia

Le previsioni del servizio meteorologico dell'Aeronautica militare 

Domenica 24 novembre.

Nord: Molto nuvoloso o coperto con precipitazioni diffuse ed insistenti sul Ponente ligure, Piemonte, Friuli-Venezia Giulia, Veneto e Trentino-Alto Adige, con neve a quote superiori ai 1400-1500 metri, localmente piu' basse sulle Alpi occidentali. Dalla sera attenuazione dei fenomeni sul Friuli-Venezia Giulia mentre insisteranno specie sul basso Piemonte, Emilia-Romagna ed appennino Ligure.

Centro e Sardegna: sull'isola molto nuvoloso con rovesci e temporali che insisteranno maggiormente sul versante occidentale. Sulle regioni centrali peninsulari molto nuvoloso o coperto con precipitazioni diffuse, insistenti ed intense fino alla prima parte della giornata sulle regioni tirreniche, in successiva attenuazione ma in trasferimento a quelle adriatiche dove insisteranno fino a fine giornata.

Sud e Sicilia: Molto nuvoloso con piogge e temporali con fenomeni intensi dapprima su Campania, Basilicata, Sicilia e Calabria, in estensione dal pomeriggio alla Puglia.

Temperature massime in diminuzione al centro-sud e stazionarie al nord. Venti forti sciroccali al sud e medio adriatico, in attenuazione sul basso Tirreno, da moderati a forti da ovest nordovest sulla Sardegna e Sicilia, moderati da Sudest sulle centrali tirreniche, ma in attenuazione, e da est al nord, dove rinforzeranno da nordest sull'alto Adriatico e da nord sulla Liguria.

 

Mari molto mossi o agitati, tendenti a molto agitati il mare e canale di Sardegna, l'Adriatico, il canale d'Otranto ed alto Ionio.

Temperature: minime in diminuzione su coste venete, campania centromeridionale, Puglia, Basilicata ionica, Calabria e Sicilia orientale; in aumento sui rilievi di nord-ovest, Sardegna, Toscana, Marche ed Umbria; generalmente stazionarie altrove; massime in rialzo su regioni alpine, emilia, e sulle aree peninsulari tirreniche; in lieve calo sulla Puglia; senza variazioni di rilievo sul restante territorio.

 

Venti: da moderati a forti nordoccidentali sulle due isole maggiori con ulteriori rinforzi lungo le coste esposte e settentrionali sulla Liguria, ma in attenuazione da fine giornata;deboli dai quadranti orientali sulle regioni adriatiche e centrali con rinforzi su Marche, Umbria e Toscana, tendenti a divenire settentrionali ed ad attenuarsi; deboli di direzione variabile altrove.

 

Mari: da agitato a molto agitato al largo lo stretto di Sicilia- agitati mare e canale di Sardegna e Ionio meridionale; molto mossi il mar Ligure al largo, il Tirreno meridionale, l'Adriatico ed il restante Ionio; da mossi a molto mossi gli altri bacini; moto ondoso in diminuzione.

Le previsioni dell'Aeronautica militare per domani sull'Italia: al nord al mattino cielo molto nuvoloso o coperto sulle regioni centroccidentali con residui fenomeni diffusi, nevosi sui rilievi maggiori piemontesi, e velature anche compatte altrove; dal primo pomeriggio rapido miglioramento con ampi spazi di sereno, a parte residui annuvolamenti attesi sulle zone alpine centroccidentali. Dalla serata formazione di foschie dense e banchi di nebbia sulle aree pianeggianti.

Al centro e Sardegna inizialmente nuvolosità estesa ma sottile sulle aree tirreniche, più consistente su Sardegna e sul settore adriatico con precipitazioni associate, a prevalente carattere di rovescio o temporale, diffuse e localmente intense al mattino su Marche ed Abruzzo; già dalla tarda mattinata ampie schiarite interesseranno gran parte delle regioni peninsulari.

Al sud e Sicilia: condizioni di maltempo su tutte le aree con piogge sparse, rovesci e temporali più concentrati e frequenti su Calabria e Sicilia tirreniche; dalla serata miglioramento un pò ovunque ad eccezione delle coste settentrionali sicule e del settore ionico.

Temperature: minime in diminuzione su coste venete, campania centromeridionale, Puglia, Basilicata ionica, Calabria e Sicilia orientale; in aumento sui rilievi di nord-ovest, Sardegna, Toscana, Marche ed Umbria; generalmente stazionarie altrove; massime in rialzo su regioni alpine, emilia, e sulle aree peninsulari tirreniche; in lieve calo sulla Puglia; senza variazioni di rilievo sul restante territorio.

 

Venti: da moderati a forti nordoccidentali sulle due isole maggiori con ulteriori rinforzi lungo le coste esposte e settentrionali sulla Liguria, ma in attenuazione da fine giornata;deboli dai quadranti orientali sulle regioni adriatiche e centrali con rinforzi su Marche, Umbria e Toscana, tendenti a divenire settentrionali ed ad attenuarsi; deboli di direzione variabile altrove.

 

Mari: da agitato a molto agitato al largo lo stretto di Sicilia- agitati mare e canale di Sardegna e Ionio meridionale; molto mossi il mar Ligure al largo, il Tirreno meridionale, l'Adriatico ed il restante Ionio; da mossi a molto mossi gli altri bacini; moto ondoso in diminuzione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata