Il meteo del 24 dicembre e 25 dicembre, Vigilia e Natale con bel tempo
Il meteo del 24 dicembre e 25 dicembre, Vigilia e Natale con bel tempo

 Le previsioni dell'Aeronautica militare 

 Le previsioni dell'Aeronautica militare sull'Italia per martedì 24 dicembre 

Nord: addensamenti compatti sull'arco alpino con associati deboli rovesci in attenuazione pomeridiana. I fenomeni risulteranno a carattere nevoso generalmente al di sopra dei 1800 m sulle alpi occidentali ed oltre i 1500 m su quelle orientali. sul resto del settentrione iniziale nuvolosita' medio-alta seguita da ampie schiarite pomeridiane.

 Centro e Sardegna: cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso su tutte le regioni, ad eccezione di addensamenti compatti sparsi su Sardegna, Toscana ed Umbria per l'intero periodo.

Sud e Sicilia: prevalenza di cielo sereno su tutto il sud, salvo annuvolamenti più consistenti su Sicilia tirrenica e Calabria meridionale, con associati rovesci sparsi ed occasionali temporali in attenuazione nel pomeriggio. Dalla sera aumento della copertura nuvolosa anche sulle restanti aree tirreniche.

Temperature:  minime in rialzo su alpi e prealpi occidentali, stazionarie su restanti aree montuose settentrionali, pianura emiliana e Sardegna, in calo altrove.

Le previsioni dell'aeronautica militare per mercoledì 25 dicembre in Italia.

 Nord: tempo stabile e soleggiato su tutto il settentrione, salvo nubi compatte sui rilievi di confine con rovesci sparsi sulle Alpi centrorientali, a carattere nevoso generalmente oltre i 1500 metri.

Centro e Sardegna: cielo sereno o poco nuvoloso per l'intera giornata, ad eccezione di locali nebbie e foschie nelle valli al mattino.

Sud e Sicilia: nubi compatte su coste pugliesi ed aree tirreniche di Calabria e Sicilia, con associati rovesci sparsi ed occasionali temporali in attenuazione pomeridiana; sul resto del sud condizioni di tempo stabile e soleggiato, salvo locali annuvolamenti più consistenti al mattino su Campania meridionale e Basilicata tirrenica.

Temperature: minime in lieve calo su Alpi di Piemonte e Valle D'Aosta, coste adriatiche, Campania settentrionale, Puglia e Basilicata ioniche, in generale aumento altrove, più marcato su isole maggiori e Calabria; massime in diminuzione lungo l'arco alpino e sulle coste di Veneto e Friuli-Venezia Giulia, senza variazioni di rilievo o al più in lieve rialzo altrove.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata