Il meteo del 21 e 22 novembre: pausa asciutta ma venerdì tornano le piogge
Il meteo del 21 e 22 novembre: pausa asciutta ma venerdì tornano le piogge

Le previsioni del servizio meteorologico dell'aeronautica militare

Le previsioni del servizio meteorologico dell'aeronautica militare per giovedì 21 novembre in Italia.

Nord: cielo in prevalenza molto nuvoloso con qualche rovescio sulla liguria centro orientale e deboli precipitazioni sparse che nel corso della mattinata si attesteranno soprattutto a ridosso delle aree alpine e prealpine; nel corso del pomeriggio-sera intensificazione delle precipitazioni sul nord ovest e sul Friuli Venezia Giulia; locali nevicate lungo i rilievi alpini oltre i 1000-1200 metri. Presenza di foschie dense e locali banchi di nebbia nelle aree pianeggianti e lungo i litorali adriatici in parziale dissolvimento nel corso della mattinata.

Centro e Sardegna: addensamenti compatti sulle regioni tirreniche e sull'Umbria con piogge o rovesci sparsi lungo le aree costiere ed immediato entroterra e sulla sardegna occidentale; nel corso del pomeriggio locali rovesci potranno estendersi alle aree interne; parzialmente nuvoloso sul resto del centro per nubi in prevalenza medio alte; al primo mattino possibili foschie anche dense e locali banchi di nebbia nelle vallate in dissolvimento nel corso della mattinata.

Sud e Sicilia: annuvolamenti sparsi sui settori tirrenici e sulla Sicilia con deboli piogge o rovesci più probabili su Campania e Sicilia centro meridionale; miglioramento sull'isola nel corso del pomeriggio; poco o parzialmente nuvoloso per nubi in prevalenza medio alte sulle restanti aree con qualche addensamento più consistente sulle aree interne e su quelle ioniche.

Temperature: minime in diminuzione su pianura padano veneta, Piemonte, Liguria di ponente, aree alpine centro occidentali, Lazio, regioni centrali adriatiche e al sud; in lieve aumento su Sardegna e Friuli Venezia Giulia, senza notevoli variazioni sulle restanti aree; massime in diminuzione su Val d'Aosta, Triveneto, Liguria e restanti aree alpine, Toscana, aree occidentali di Lazio e Umbria e sulla Sicilia; in lieve aumento fra Romagna e Marche settentrionali, Calabria tirrenica e Sardegna; stazionarie sul resto del Paese.

 Le previsioni del servizio meteorologico dell'aeronautica militare per venerdì 22 novembre in Italia.

Nord: molte nubi, meno consistenti sull'Emilia-Romagna orientale, con rovesci sparsi, più diffusi su Piemonte e Liguria; locali temporali attesi su Liguria centrorientale ed aree costiere di Veneto e Friuli-Venezia Giulia. Dalla sera intensificazione dei fenomeni sulle regioni occidentali, di forte intensità su Liguria e basso Piemonte. Nevicate sull'arco alpino e sulle prealpi lombarde generalmente al di sopra dei 1.300 metri, in abbassamento serale fino a 900-1000 metri sulle Alpi occidentali.

Centro e Sardegna: nubi compatte sulle regioni tirreniche con precipitazioni sparse, più diffuse e localmente a carattere temporalesco su toscana e coste laziali al mattino. Dal pomeriggio migliora sulla Sardegna e tempo variabile altrove, prima di un nuovo peggioramento serale su coste toscane e dell'alto Lazio; cielo sereno o poco nuvoloso sul resto del centro, con annuvolamenti più consistenti a ridosso della dorsale appenninica e sull'Umbria occidentali, con rovesci sparsi su quest'ultima area.

Sud e Sicilia: nuvolosità irregolare a tratti intensa sulla Campania con rovesci lungo le aree costiere e nelle zone interne adiacenti; isolati temporali attesi sull'area settentrionale. Dalla sera attenuazione dei fenomeni e diradamento della copertura nuvolosa a partire dall'area meridionale; cielo poco nuvoloso o velato sul resto del meridione.

Temperature: minime in aumento su pianura veneta, aree tirreniche, Abruzzo, Molise, Puglia centrosettentrionale e restante Sicilia, stazionarie sul resto del Paese; massime in aumento su isole maggiori, restanti aree tirreniche, zone interne adriatiche, in lieve calo sulla Lombardia occidentale, senza variazioni di rilievo altrove.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata