Photo by Riccardo Chiarini on Unsplash
Photo by Riccardo Chiarini on Unsplash
Il meteo del 16 e 17 novembre, weekend di pioggia: neve sulle Alpi

Le previsioni del servizio meteorologico dell'Aeronautica militare

Le previsioni del servizio meteorologico dell'Aeronautica militare per sabato 16 novembre in Italia.

Nord: molto nuvoloso sul nord ovest e sui restanti settori alpini e prealpini con piogge o rovesci da sparsi a diffusi e qualche isolato temporale; neve sui rilievi al di sopra dei 700 metri; da parzialmente nuvoloso a nuvoloso sul resto del settentrione con possibili isolate deboli piogge. Nel corso della mattinata si assisterà da una parte a una parziale temporanea attenuazione di nubi e fenomeni su Val d'Aosta, Piemonte centro occidentale e Liguria di ponente, dall'altra a un graduale consistente aumento della nuvolosità a partire dalle aree che si affacciano sull'alto Adriatico in estensione pomeridiana al resto del triveneto e a tutta l'Emilia Romagna e successivamente al resto del Nord con precipitazioni diffuse in sensibile intensificazione serale, specie su triveneto ed Emilia-Romagna.

Centro e Sardegna: da parzialmente nuvoloso sulla Sardegna e coste adriatiche e molto nuvoloso sul resto del centro con qualche residuo piovasco sulla Toscana e con rovesci o temporali diffusi che da Lazio e Abruzzo tenderanno a interessare gradualmente le restanti aree peninsulari e la Sardegna, risultando più intensi sulle regioni tirreniche peninsulari.

 Sud e Sicilia: molte nubi su tutte le regioni con precipitazioni sparse, più intense e diffuse ed anche sotto forma di temporale su aree tirreniche e Molise e dal pomeriggio sulla Puglia centromeridionale. Nelle ore pomeridiane attenuazione dei fenomeni sulla Sicilia con ampi rasserenamenti, mentre dalla sera migliora anche sul versante adriatico e ionico peninsulare con successivi rasserenamenti.

Temperature: massime in rialzo su Sardegna settentrionale, Toscana e al meridione, in flessione sul resto del Paese.

Le previsioni del servizio meteorologico dell'Aeronautica militare per domenica 17 novembre in Italia.

Nord: al mattino molte nubi sul triveneto con precipitazioni intense e diffuse su Veneto orientale, Friuli-Venezia Giulia e restanti aree montuose e a carattere sparso altrove. Quota neve sulle relative alpi generalmente al di sopra dei 700-800 metri al mattino, in rialzo nel corso della giornata. Dal pomeriggio attenuazione dei fenomeni e diradamento della copertura nuvolosa sulle aree di pianura; annuvolamenti compatti su Lombardia, Emilia-Romagna e Liguria con rovesci diffusi, sparsi sull'Emilia-Romagna orientale e Liguria di ponente. Nel corso della mattinata riduzione dei fenomeni sulla pianura e persistenza sui rilievi. Quota neve sui rilievi generalmente oltre gli 800-1000 metri al mattino, in rialzo successivo; sul resto del settentrione nuvolosità medio-alta sul Piemonte occidentale e compatta altrove con precipitazioni sparse, più diffuse sul Piemonte settentrionale. Quota neve generalmente oltre i 700-900 metri.

Centro e Sardegna: al mattino nuvolosità estesa su tutte le regioni, con rovesci sparsi sul versante adriatico e diffusi ed anche sotto forma di temporale su regioni tirreniche ed Umbria. Dal pomeriggio tempo variabile con alternanza di schiarite ed annuvolamenti, accompagnati questi ultimi da rovesci sparsi sulle aree tirreniche. Dalla sera nuovo aumento della copertura nuvolosa a partire dalle aree tirreniche. Nevicate sull'appennino toscano generalmente oltre i 1000-1200 metri.

 Sud e Sicilia: molte nubi su tutte le regioni con precipitazioni sparse, più intense e diffuse ed anche sotto forma di temporale su aree tirreniche e Molise e dal pomeriggio sulla Puglia centromeridionale. Nelle ore pomeridiane attenuazione dei fenomeni sulla Sicilia con ampi rasserenamenti, mentre dalla sera migliora anche sul versante adriatico e ionico peninsulare con successivi rasserenamenti.

Temperature: minime in aumento su aree alpine e restante triveneto, in diminuzione su Liguria centrorientale e Sicilia occidentale, stazionarie altrove; massime in diminuzione al sud, aree appenniniche settentrionali e pianura lombardo-veneta, in aumento su Piemonte centromeridionale, Sardegna meridionale, Lazio centrale ed aree costiere di Marche ed Abruzzo, senza variazioni di rilievo sul resto del Paese.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata