Victoria Beckham a disagio nelle Spice girls: parola del suo agente
Scondo Fuller, Victoria ha trovato la sua "vera vocazione" solo quando ha iniziato a lavorare nella moda

Victoria Beckham si è sempre sentita a disagio quando faceva parte delle Spice Girls. Nella girl band degli anni Novanta, che ha portato alla notorietà cinque ragazze spigliate, Victoria era conosciuta con il soprannome di Posh Spice. L'ex manager del gruppo e attuale agente di Victoria e David Beckham, Simon Fuller, ha rivelato che la star potrebbe cantare e ballare "abbastanza bene", ma ha trovato la sua "vera vocazione" solo quando ha chiuso con la musica e ha iniziato a lavorare nella moda. Fuller lo ha rivelato dopo essere stato nominato imprenditore dell'anno presso il Business Innovation Awards di Los Angeles.

"Victoria è uscita dalla Spice Girls, si è sposata con David Beckham e ha lanciato una carriera da sola. Stare in uno dei gruppi più noti al mondo per due o tre anni era divertente ma non la faceva sentire a proprio agio", ha raccontato l'agente dell'ex Posh Spice. "Quando le Spice si sciolsero, aveva in serbo un paio di canzoni da solista - ha proseguito - ma lei non era felice e mi disse: 'Simon io non voglio più fare musica. Cosa pensi che dovrei fare?'". L'agente ha detto di conoscere Victoria da da quando aveva 18 anni e sapeva che la sua passione erano sempre stati i vestiti.

"Non a caso è stata chiamata Posh Spice, perché indossava i vestiti migliori e sapeva tutto sugli abiti. Così le ho suggerito: 'Dovresti entrare nella moda. Dovresti essere una stilista'". Ad oggi la sua società vale centinaia di milioni di dollari e "senza dubbio - ha detto Fuller - sarà una dei più grandi designer del mondo nei prossimi anni". Recentemente Victoria ha detto di non volersi riunire con le altre Spice girls per il tour del 20esimo anniversario della girl band.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata